L'allenatore della Sibilla Flegrea, Enzo Carannante (foto sito Sibilla Flegrea)

ANZIOLAVINIO – BACOLI SIBILLA FLEGREA 2-0

ANZIOLAVINIO: Rizzaro, Girometta, Serone, Trippa, Pessia, Fioravanti, Tornesi (12′ st Vanzari), Guida, Antonelli (21′ st Martelli, 30′ st Canella), Amassoka, Bianchi. A disp. Pinti, Schiavon, De Rosa, Fontanella. All. Lanza

BACOLI SIBILLA FLEGREA: Costagliola, Rainone, Piccolo (18′ st Citro), Carannante (41′ st Viglietti), Caraviello, Punziano, R. Poziello, Conte, Marzullo, Manzo, Sibilli. A disp. Maiellaro, Bonifacio, De Tommaso, Camillo, Ragosta. All. Carannante

ARBITRO: Balice di Termoli

RETI: 9′ st Antonelli, 44′ st Guida

ANZIO – Continua il momento no della Sibilla che deve arrendersi ad un avversario tutt’altro che irresistibile al termine di una gara giocata in dieci per oltre un’ora. Partono bene gli ospiti che già al 4′ si rendono pericolosi con un calcio di punizione battuto da Manzo. Al 20′ il capitano ci riprova ancora su punizione ma l’estremo difensore Rizzaro si fa trovare pronto. Al 25′ i padroni di casa si affacciano in avanti con un colpo di testa di Amassoka che si spegne sul fondo. Al 33′ Manzo nel tentativo di impossessarsi del pallone entra in contatto con l’estremo difensore Rizzaro e l’arbitro, in maniera sicuramente troppo severa, lo punisce mostrandogli il cartellino rosso. Il primo tempo si chiude con una punizione di Marzullo che spedisce la palla di poco a lato.

NELLA RIPRESA –  al 9′ i padroni di casa si portano in vantaggio con Antonelli che sfrutta un cross dalla sinistra di Serone per spedire il pallone alle spalle di Costagliola. Ma la Sibilla non ci sta ed al 20′ prova a reagire con il neoentrato Citro che, su assist di Marzullo, viene a trovarsi a tu per tu con Rizzaro ma non riesce a superarlo. Dopo due minuti ancora Marzullo serve per la testa di Citro con la palla che termina di poco a lato. Nei minuti finali Sibilli tenta il colpaccio dalla distanza ma senza centrare lo specchio della porta. A centrare la porta è invece il capitano dell’Anzio , Guida, che proprio allo scadere firma la rete del due a zero finale.

Ufficio stampa Sibilla Bacoli Flegrea
Simona D’Elia