Il giovane tecnico puteolano sta trovando i giusti equilibri

POZZUOLI – Battipaglia come un nuovo inizio per la Puteolana di mister Sorrentino. Non è che l’inizio di stagione sia da buttare, ma i primi tre punti esterni sono arrivati in un momento difficile, mentale e tecnico, e soprattutto sono arrivati con una prestazione decisamente esaltante, la migliore di tutta la stagione. Oltre alla “depressione” del gruppo dopo il misero punto in 4 gare, Sorrentino stava cercando la giusta quadratura dell’11 iniziale, sopratutto il problema era l’under ’94 da mettere in campo.

LA “GIOSTRA” DEGLI UNDER – Fino ad oggi si era partiti con Amato passati poi a Cimmino fino ad arrivare al trequartista Perillo, tutti sulla linea dei centrocampisti. Già nel match casalingo contro il Fortis Trani Sorrentino aveva lanciato Di Mase esterno destro di difesa, liberando così il centrocampo dal fardello degli under. La stessa scelta l’ha poi riproposta a Battipaglia, garantendosi la possibilità di schierare sia Napolitano che Lepre come a esterni centrocampo. La soluzione di due esterni classici a centrocampo ha fatto in modo da compensare la mancanza di qualità al centro, i due esterni fanno si che le difese si allarghino liberando spazio a Letizia. Il capocannoniere del girone H della serie D, non dovendo più ricevere la palla sui piedi sulla trequarti, può essere molto pericoloso così come visto a Battipaglia.

LE CONFERME – Allora probabile che si continui su questa falsa riga anche sabato contro il Foggia. Non è da escludere che in porta possa essere confermato Ciccarelli, detto di Di Mase, a sinistra torna Errico, mentre la coppia centrale sarà composta da Signore ed uno tra Luongo e Sabia, con il giovane puteolano in vantaggio. A centrocampo Loiacono dovrebbe far posto al rientrante Scognamiglio con Volpe confermato, come confermati dovrebbero essere Napolitano e Lepre. Niente dubbi per Letizia e Riccio, entrambi a segno a Battipaglia. Questo schieramento darà anche la possibilità per avere maggiore duttilità nei cambi, infatti Sorrentino durante la gara potrà fare cambi in maniera più agevole, specialmente non sarà più obbligato in caso di ricerca di maggiore spinta a fare salti mortali per inserire Siciliano.

SI LAVORA AL KENNEDY – Intanto la squadra continua ad allenarsi al Kennedy, e nemmeno questa settimana effettuerà la partitella Conte, un po’ per rimanere concentrati senza distrazioni un pò anche per cercare di preservare il terreno del Conte ormai in uno stato pietoso. Ora le cose positive viste a Battipaglia vanno confermate al Conte, per mettere punti importanti in cascina ma soprattutto per ricambiare l’entusiasmo che fino ad oggi al Conte non è mancato.

ANGELO GRECO