Luca Borrelli è quello che serviva ai granata

POZZUOLI – Il 3 – 0 di sabato scorso inflitto al Campania non regala solo ossigeno ed entusiasmo a tutto l’ambiente granata ma consegna una sacrosanta verità: Borrelli è la punta che serviva. Il biondo attaccante napoletano è l’uomo giusto che serviva a Sorrentino, protegge palla, fa salire la squadra, fa a sportellate con gli avversari scambia bene con gli altri avanti. Più che la prestazione, comunque molto positiva. del nuovo centravanti granata a convincere tutti è stato proprio il tipo di gioco che l’ex Savoia ha messo in campo. Borrelli come prototipo di calciatore è il partner ideale di Letizia. Unanime il parere sugli spalti, così come quelli del mister Sorrentino e del suo compagno di reparto Letizia, Borrelli era quello che serviva.

BORRELLI LA SVOLTA? – Lo scorso anno Borrelli era già al centro dell’attacco dell’allora Internapoli e senza una fenomeno quale è Letizia l’attacco aveva fatto molto bene e con un giocatore come Letizia le cose non possono che migliorare ancora. Con Borrelli ne giova tutta la manovra, contro il Campania sia Letizia che lo stesso Napolitano hanno avuto più spazio ed hanno partecipato alla manovra senza dover partire da centrocampo e saltare tre/quattro uomini, non è da escludere che nelle prossime partite vedremo Napolitano più attivo in zona rete, sollevando così Letizia dalla classica doppia marcatura.

MERCATO APERTO – L’arrivo di Borrelli non chiude certamente il mercato della Puteolana, occorre un terzino puro (Sabia è troppo adattato in quel ruolo) ed un jolly di centrocampo in grado di sostituire Volpe ma che rispetto all’ex capitano abbia più fantasia e capacità di dettare il gioco. Sorrentino gradirebbe anche un “under” in grado di dare maggiore sicurezza, Di Mase ha ben figurato nelle prime occasioni ma ora par soffrire il peso della maglia da titolare. Borrelli è il primo tassello, se gli altri saranno inserimenti mirati come lui allora siamo sulla strada giusta.

ANGELO GRECO