Corrado Sorrentino non gli sono riuscite le variazioni studiate

TARANTO – Non si ferma l’emorragia di punti esterni per la Puteolana 1902, dopo le sconfitte di Monopoli, Ischia e Santa Maria Capua Vetere arriva lo stop anche contro il Taranto, che non sembrava un’avversaria inarrestabile.
SQUADRA RIVOLUZIONATA – Sorrentino manda in campo Sabia, in luogo dello squalificato Errico e preferisce Imbriaco a Luongo, mentre la fascia destra resta di competenza di Simioli. Davanti la difesa gioca la coppia Scognamiglio – Volpe mentre Perillo, Siciliano e Napolitano supportano Letizia. La prima frazione di gioco non è certo spettacolare con le due squadra che si studiano e con le occasioni da gol che latitano. Nel finale però sono i granata a sfiorare il vantaggio: in un contropiede tre contro due Siciliano si trova a tu per tu con l’estremo tarantino, che compie il miracolo della giornata.
LA RIPRESA – Nella ripresa la storia non cambia, con il Taranto che stenta a trovare la giusta via per la rete ed i granata che amministrano il punto. Al 15′ però ecco il vantaggio dei padroni di casa con Prosperi che è abile a sfruttare un’azione da calcio d’angolo e trafigge Alcolino.
LA REAZIONE CHE NON ARRIVA – Sorrentino inizia a cambiare ma invece di inserire l’unica punta a sua disposizione ecco che inserisce Luongo, per Simioli e Amato per Perillo. Il tempo di tentare una reazione con un tiro da fuori di Napolitano ed arriva il raddoppio dei padroni di casa con Noviello che segna su un contrasto in area. Il finale vede un’espulsione per parte, con Rosato prima e Volpe poi che abbandonano il terreno di gioco. Ancora una sconfitta esterna quindi per i granata di Pozzuoli che portano a casa così il quarto stop stagionale su quattro incontri fuori dalle mura amiche. In trasferta si sente ancora di più la mancanza di esperienza e di uomini di peso capaci di trovare i punti di svolta nelle gare.

ANGELO GRECO