Roberto Volpe uno dei più positivi nella ripresa

POZZUOLI – Un primo tempo sciagurato costa caro alla Puteolana che cede 3 – 1 al S. Antonio Abate e spreca l’occasione per prendere il volo in classifica. Sorrentino sacrifica Scognamiglio sull’altare degli under al fianco di Volpe quindi ecco Loiacono, per il resto tutto come previsto, Ciccarelli tra i pali, Sabia a sinistra Di Mase a destra con Luongo e Signore centrali, Volpe e Lepre sulle fasce di centrocampo a supporto del duo Letizia Riccio.

PARTE BENE LA PUTEOLANA – Parte fortissimo la Puteolana che dopo nemmeno 2′ minuti può passare con Letizia che entra in area con un numero da circo ma poi spara sul portiere, 5 minuti dopo lo stesso Letizia serve con una magia Riccio che come il 10 qualche minuto prima spara sull’estremo ospite.
L’UNO – DUE – Di Mase non sembra quello delle ultime partite e va subito in difficoltà, e proprio dalla sua fasce nasce il vantaggio ospite con Tedesco, che appunto si beve il laterale di difesa granata ed appoggia al centro il più comodo degli assist che un bomber del calibro di Martone non può sbagliare, S. Antonio avanti. Passano pochi minuti ed addirittura i giallorossi raddoppiano, Corsano trasforma un piazzato dal limite sul quale forse Ciccarelli poteva fare qualcosa in più.

REAZIONE STERILE – Sebbene manchino ancora oltre 20′ alla fine del primo tempo la reazione stenta ad arrivare, è il solito Letizia che si mette in proprio salta mezza difesa ma il suo tiro viene salvato sulla linea da un difensore. Si va al riposo con il numeroso pubblico giunto al Conte deluso per la prestazione dei granata.

LA RIPRESA IN ATTACCO – La ripresa inizia con due cambi per Sorrentino che fa entrare Scognamiglio e Murolo in luogo di Riccio e Loiacono. Passa un minuto e Murolo scambia ottimamente con l’onnipresente Letizia ma al momento del tiro il giovane attaccante tira debole. Dagli sviluppi dell’azione ecco la doccia gelata Napolitano, molto nervoso, si fa ammonire per la seconda volta lasciando i suoi in 10. Nonostante l’inferiorità la Puteolana non demorde e arriva a dimezzare le distanze, con Murolo lesto al 60′ a ribattere in rete una traversa colpita da Volpe, ben lanciato da Letizia. I granata trovano energie inattese e mettono alle corde gli avversarie, Letizia mette sempre in apprensione gli avversari e pochi minuti dopo reclama un rigore per una vistosa spinta in area. Il pareggio sembra nell’area ed in realtà arriva anche, ancora con Murolo che però prima di far secco Apuzzo viene fermato per un dubbio fuorigioco, gol arrivato quindi a gioco fermo.

Il '93 Murolo è apparso in crescita

IL PATATTRAC – La voglia di pareggiare annebbia la vista della Puteolana che con Ciccarelli fa la frittata. Il portiere granata infatti rinvia malissimo una palla da fermo regalandola a Volpicelli che lo fa secco, 1 – 3 e gara in ghiaccio. La Puteolana ha perso l’occasione buona per dare soluzione di continuità alle tre vittorie conseguite nelle ultime tre gare, troppo brutta per essere vero dopo i primi 10 minuti del primo tempo.

RICOMINCIARE DALLA RIPRESA – Va apprezzata senza dubbio la caparbietà messa in campo nella ripresa ma dopo la sciagurata mezz’ora del primo tempo non può bastare una buona ripresa. Tra le note liete va inserita la prova di Murolo, che non solo è tornato al gol ma ha anche ben dialogato con Letizia. Sabato al Conte arriva il temibilissimo Matera, c’è bisogno di un approccio alla gara diverso per non complicare tutta la partita come oggii.

ANGELO GRECO