Rione Terra ed Anacapri a centrocampo

ANACAPRI -Il Rione Terra bagna l’esordio in Promozione espugnando il “San Costanzo “di Capri, campo dell’Anacapri. I biancoazzurri, rispetto alla sconfitta in Coppa Italia, sembrano trasformati e rinvigoriti da una notevole voglia di far bene. E’ proprio queste motivazioni  hanno fatto la differenza, consentendo ai ragazzi del Presidente Sergio Di Bonito di iniziare nel migliore dei modi un percorso di certo non facile. La cronaca del match: Mister Scamardella per l’occasione recupera giocatori fondamentali nel suo 4-3-2-1 e i risultati si vedono.

 

SUBITO FORTE – Il Rione Terra parte fortissimo e già al minuto numero 2 Ginestra spreca davanti al portiere avversario su l’imbeccata di Di Bernardo. L’Anacapri, dal canto suo subisce e al 13’ minuto arriva puntuale il vantaggio siglato da Diego Cangiano, destro al volo dal limite e primo gol in maglia Rione Terra per lui. Al 20’ i padroni di casa provano a reagire; il tiro di Mazza sfiora i montanti difesi da D’Isanto. Una manciata di minuti dopo (al 22’) i biancazzurri vanno ancora in rete. Capitan Ginestra va in gol capitalizzando una splendida azione corale del reparto offensivo.  Nonostante i  2 gol segnati, i ragazzi di Mister Scamardella continuano a dettare i ritmi. Di Bernardo e Di Roberto, sugli esterni sono una furia e al 30’ Ginestra tutto solo, a portiere battuto, sfiora la doppietta. Bonetti (Anacapri) salva, mandando in corner. Il primo tempo si chiude con gli ospiti padroni del campo. Lo 0-2 sembra stare stretto.

 

LA RIPRESA – Secondo Tempo: Come prevedibile, la squadra della rocca cala, complice anche l’uscita per infortunio di Volpe (uno dei migliori in campo). L’Anacapri col passare dei minuti prende campo e coraggio, affacciandosi ripetutamente in area di rigore biancazzurra. Unico lampo per gli ospiti, al 18’ minuto, palo lambito da Di Roberto , anche esso autore di un’ottima prova. Al 30’ minuto gli isolani accorciano le distanze con il solito Mazza. Diagonale imparabile per D’Isanto ed è 1-2. Nell’ultimo quarto d’ora i puteolani soffrono ma grazie ad un ammirevole spirito di sacrificio  riescono a portare a casa il risultato, facendo così gioire il Presidente Di Bonito, presente in tribuna.

 

IL PATRON – E’ proprio il Presidente, raggiunto da Cronaca Flegrea, esprime con compostezza la sua soddisfazione«Sono entusiasta per come la squadra si è espressa, lo spirito è quello giusto. – continua poi sull’aspetto tattico-  La squadra mi è piaciuta, soprattutto nel primo tempo dove avremmo meritato di chiudere con più  gol di vantaggio. Dobbiamo migliorare invece l’approccio con la ripresa ma nel complesso va bene così. L’allenatore e la squadra meritano un plauso, continuiamo così»