I granata festeggeranno la salvezza con un punto nella trasferta di Brindisi

POZZUOLI – Dopo la bella vittoria interna contro il Grottaglie la Puteolana 1902 non è ancora del tutto salva. La salvezza senza passare dai play out deve essere conquistata nell’ultima giornata, sul non facile campo di Brindisi. Serve un punto ai granata per garantirsi la salvezza diretta, a prescindere dal risultato che arriverà dallo scontro diretto tra Nardò e Sant’Antonio Abate in terra pugliese. Solo in caso di affermazione del Sant’Antonio anche la sconfitta, garantirebbe ai granata la permanenza in serie D. Se malauguratamente la Puteolana non dovesse fare punti a Brindisi ed il Nardò dovesse vincere o pareggiare ecco che si aprirebbe per i granata l’incubo dello spareggio contro il Sant’Antonio con però il fattore campo a favore e due risultati su tre ad appannaggio dei flegrei.

UN PARTITA DI FINE ANNO? – La posizione in classifica della due squadre (41 punti per i granata, 42 per i pugliesi) lascerebbe pensare ad un pareggio che sta bene ad entrambe, ma una vecchia rivalità divide le due compagini e la salvezza già ottenuta dai pugliesi rendono la gara meno semplice del previsto. Era il campionato dell’allora C1 anno 1988/89, quando Puteolana e Brindisi si affrontarono nello spareggio di Cosenza: in quell’occasione una tripletta di Lunerti condannò i pugliesi alla retrocessione e regalò la salvazza ai granata, e domenica i padroni di casa potrebbero togliersi lo sfizio di metterci in seria difficoltà i granata. A venire incontro alla Puteolana potrebbe esserci però una rivalità ancor più accesa, quella che intercorre tra il Brindisi ed il Nardò…quanto potrebbe essere gratificante per i bianco azzurri mandare i cugini agli spareggi? Insomma se qualcuno pensa che la gara di domenica sia già scritta si sbaglia di grosso

ANGELO GRECO