Pignalosa è il primo regalo del nuovo presidente Simeoli

POZZUOLI – La Puteolana 1902 completa il trio delle meraviglie, arriva Gaetano Pignalosa. Ad annunciare l’arrivo (che era nell’aria da diverse settimane) dell’attaccante classe ’81 è stato Francesco Di Marino, con una delle sue ormai classiche incursioni su Facebook, dove ha ringraziato anche il neo presidente Simeoli per lo sforzo economico profuso. Pignalosa andrà a completare il trio di attacco con Manco e Pastore, un tridente da top team in Serie D. Per l’attaccante dal fisico possente, 185 cm per 80 kg, nella sua carriera tantissima serie C/1 e C/2. Il suo miglior anno fu il 2008/09 quando con la maglia dell’Isola d’Iri siglò 11 reti in C/2. Per lui tante esperienze con squadre blasonate, come Savoia, Sorrento, Potenza ed Avellino. Pignalosa, Pastore e Manco vanno a formare un tridente d’attacco di altissimo livello che già stimola i sogni dei tifosi puteolani, che intravedono una scalata verso le zone nobili della classifica. Ma le novità non finiscono qui, infatti lo stesso Di Marino, sempre attraverso Facebook, annuncia l’arrivo (fortemente voluto da Simeoli) di un nuovo “fortissimo” attaccante classe ’93, il cui nome sarà reso noto giovedì.

 

 

GLI ESUBERI – Probabile che la Puteolana in questi giorni veda anche molti addii, potrebbero non far parte più del progetto Foggia e De Lucia, che con l’arrivo di Pignalosa e del nuovo attaccante under, vedrebbero scendere ancora di più il loro minutaggio. Il quasi certo utlizzo di Loiacono come ’93 a centrocampo toglie spazio anche a gente importante come Napolitano, Visciano e Salvati. Se per il l’esperto difensore passato a centrocampo potrebbe essere previsto un ritorno al centro della difesa, uno tra Visciano e Napolitano non farà più parte dell’11 titolare. Con Salvati in difesa in coppia con Russo, ecco che per i rientranti Signore ed Imbriaco si aprono le porte della panchina. Almeno 4 calciatori “importanti” sono fuori dall’11 titolare, i tifosi granata devono preparasi a qualche addio.

 

ANGELO GRECO