Tucci subito in campo dopo l'operazione allo zigomo

QUARTO – La Sessana si conferma la bestia nera del Quarto bissando il successo dell’andata: fatale alla Nuova Quarto Calcio un’autorete di Santangelo al 31′ del primo tempo. Un gol fortunoso quello dei casertani che basta a superare un Quarto incerottato, privo di tanti titolari e con uomini chiave in scarsa condizione di forma. Nella giornata della “Legalità” in cui la dirigenza del club flegreo aveva chiesto una dimostrazione di solidarietà dopo l’ennesimo raid subito la scorsa settimana, sugli spalti del Giarrusso ci sono molte autorità politiche ma pochi cittadini quartesi, scoraggiati forse dal maltempo e dal freddo pungente di questa prima domenica di febbraio.

IL MATCH – Mister Amorosetti, come ampiamente previsto, deve rivoluzionare la formazione vista l’assenza di 4 titolari per squalifica; come se non bastassero le defezioni, D’Auria non c’è la fa perchè febbricitante (solo panchina per lui) e quindi il tecnico quartese è costretto a rischiare Luca Tucci non al meglio dopo l’operazione allo zigomo della scorsa settimana.
La Sessana, unica squadra a sconfiggere gli azzurri all’andata, si presenta al Giarrusso con il nuovo tecnico, Migliore, in panchina al posto del dimissionario Quintigliano, per il resto formazione tipo per i casertani. L’avvio del Quarto è incoraggiante: Tucci in due occasioni fallisce il tap-in da pochi passi mentre su Palma al 15′ è straordinario Berisha che nega il gol al fantasista quartese. Al 18′ Navarra nega il gol a Marraffino su uno svarione della difesa quartese che capitola al 32′.
Sugli sviluppi di un angolo si accende una mischia in area: Santangelo è sfortunatissimo nel deviare per ultimo la palla che si insacca lentamente alle spalle di Navarra. Cade così dopo 931′ l’imbattibilità casalinga di Navarra, record in Italia: la Nuova Quarto Calcio era l’unica squadrai n Italia a non aver ancora subito reti in casa. Il Quarto reagisce con veemenza ma sul campo pesante per la forte pioggia sono troppi gli errori in appoggio commessi dai giocatori azzurri. Il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio.

LA RIPRESA – Nella ripresa dopo pochi minuti, Amorosetti è “costretto” a giocare la carta D’Auria: il bomber debilitato dalla febbre, prende il posto di un evanescente De Gennaro. Il secondo tempo è comunque un monologo del Quarto che spreca diverse occasioni con Palma, Tucci e lo stesso D’Auria. Col passare dei minuti si spegne anche la verve della Sessana che sfrutta sempre meno le ripartenze: al 30′ è miracoloso Navarra su una conclusione di Marraffino. Nel finale la squadra quartese si getta a capofitto in avanti con De Gennaro Pasquale che diventa la quarta punta: la Sessana però si difende strenuamente e con tanta fortuna riesce a portare a casa la piena posta in palio, utile ad alimentare i sogni play off.
La Nuova Quarto Calcio invece esce battuta in un match in cui era davvero difficile fare di più: tante, troppe le defezioni anche per una squadra come quella quartese che può vantare un organico importante. Nonostante la sconfitta, resta immutato il vantaggio sulla Frattese che in quel di San Marco vede rinviarsi la propria gara per impraticabilità del campo.
Dunque la Nuova Quarto Calcio, alla vigilia del match contro l’Hermes Casagiove, resta a +4 sulla squadra Frattese che però ha una gara in meno.

Nuova Quarto Calcio – Virtus Caiazzo Sessana 0-1
NUOVA QUARTO CALCIO: Navarra, Santangelo, Di Criscio, Andreozzi, De Gennaro P., Ucciero, Di Maio, Cardinali, De Gennaro D. (dal 7st’D’Auria), Palma, Tucci( dal 34′ st’Picco). A disposizione: Sena, Esposito, Fontana, Passaro, Spagnuolo. Allenatore: Amorosetti.
VIRTUS CAIAZZO SESSANA: Berisha, Follera, Fabozzi, Quintigliano C. , Esposito, Piccirillo, Caterino(dal 15’st Ardone), Lepore, Marraffino(dal 30’st Papa), Quintigliano M., Imparolato (dal 43′ st Di Serio). A disposizione: Pietosi, Cestrone, Lombardi, Marcigliano. Allenatore Migliore.
ARBITRO:Carotenuto di Torre Annunziata
ASSISTENTI:Piedipalumbo-Matrone di Torre Annunziata
RETE:32’pt aut. Santangelo
NOTE: Spettatori 300 circa. Ammoniti:Ucciero, Di Maio, Fabozzi.