La formazione del Quarto

MONTE DI PROCIDA – Un gol del solito D’Auria al 19′ del primo tempo regala una vittoria sofferta  ma meritata alla Nuova Quarto Calcio che capitalizza al massimo una prodezza del bomber quartese e tiene a debita distanza la Frattese che nonostante la  vittoria tennistica sul Giugliano, resta a -4 dalla capolista che oggi ha dato  un segnale di solidità importante al campionato. Vincere al Vezzuto-Marasco  contro i padroni di casa del Monte di Procida di mister Marino, grande ex della  gara, non era facile e quella ottenuta oggi è stata una vera impresa per i  ragazzi di mister Amorosetti, costretti a giocare in dieci per più di un’ora di  gioco.

LA GARA – Amorosetti nonostante le assenze pesanti di Ucciero, Cardinali e Tucci non  rinuncia al 4-3-3: in campo dal 1′ insieme i due fratelli De Gennaro mentre  capitan Zinno riprende il suo posto al centro della difesa dopo due giornate di  squalifica. Mister Marino, dal canto suo, schiera uno speculare 4-3-3 in cui i  terminali offensivi sono Massa, Marino e Bifaro. Il Monte di Procida è squadra  che esprime un ottimo calcio e il Quarto prova sulla propria pelle la qualità  dei padroni di casa: non passano nemmeno 2′ di gioco e Navarra è costretto ad  un vero e proprio miracolo; Gramegna tiene in gioco Massa che da 5 metri, tutto  solo, colpisce a botta sicura ma è straordinario Navarra che poco dopo si  supera ancora su Bifaro che defilato colpisce a botta sicura ma l’estremo  difensore ospite para a terra in due tempi. La Nuova Quarto Calcio fatica a
prendere le misure ma al primo affondo trova il vantaggio: grande giocata di  D’Auria che al limite dell’area riceve palla, si gira in un fazzoletto e lascia  partire un sinistro che trova impreparato Fusco. 1-0 per gli ospiti e sedicesimo gol stagionale in campionato (19 complessivi)  per il bomber azzurro che risulterà ancora una volta decisivo nell’economia del  match come tra l’altro era già accaduto sette giorni fa con la Puteolana. I padroni di casa non accusano il colpo e con maggior vigore si gettano nella  metà campo quartese ma Marino prima e Bifaro poi falliscono clamorosamente il  gol del pari. Al 31′ l’episodio che mette in salita la gara per il Quarto:  Gramegna già ammonito, commette un ingenuo fallo di mano; l’arbitro non può far  altro che estrarre il secondo giallo ed espellere il terzino sinistro quartese  che lascia i suoi in 10.
Amorosetti corre subito ai ripari: fuori una punta, De Gennaro Domenico,  dentro un centrocampista, Andreozzi con De Gennaro Pasquale che arretra sulla  linea dei difensori e col Quarto che si dispone con il 4-3-2.7

LA RIPRESA – Il Monte di  Procida gioca bene e il Quarto soffre ma riesce ad arginare gli attacchi dei  padroni di casa e il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio. La  ripresa inizia subito con un cambio: mister Marino tira fuori un centrocampista  e inserisce un’altra punta, Illiano, ma la pressione del Monte di Procida non è  efficace come quella della prima frazione.
La squadra di mister Amorosetti si difende bene e nel finale in ben 4  occasioni di contropiede, fallisce il gol che avrebbe chiuso la gara con
Aprile, D’Auria, Andreozzi e Palma, legittimando così il vantaggio. Dopo 4′ di  recupero e qualche mischia in area quartese, finisce la gara.
Seconda vittoria consecutiva per la Nuova Quarto Calcio che consolida il  primato con un successo che, per come conquistato, vale oro.
La sconfitta con la Frattese è ormai alle spalle e ad 11 giornate dalla fine  il traguardo importante è sempre più alla portata degli azzurri.

RAID AL GIARRUSSO – Ennesimo raid vandalico all’interno dello stadio «Giarrusso»; stanotte ignoti  sono entrati all’interno della segreteria della struttura comunale, sventrando  una finestra, ed hanno rubato targhe, coppe ed altre onorificenze dedicate alla  “squadra per la legalità”. Stamane, appena accortisi dell’accaduto, il  dirigente unico Luigi Cuomo e l’amministratore giudiziario Luca Catalano, hanno  denunciato il tutto ai carabinieri. Immediatamente si sono recati sul posto i  carabinieri della locale tenenza guidata dal Maresciallo Antonio Flore. Nei  mesi scorsi la società Nuova Quarto Calcio per la Legalità aveva già subito  altri atti vandalici. In più occasioni sono avvenuti furti e sono state  tagliate le reti delle porte e sfondate le panchine. Stavolta però, a  differenza dei precedenti episodi, i balordi non hanno voluto portare via nulla  che avesse un valore materiale; piuttosto hanno preferito rubare oggetti di  rilevanza morale quali coppe e targhe anzichè computer e stampanti, presenti  nella stanza.

FOLGORE MONTE DI PROCIDA 0
NUOVA QUARTO CALCIO 1

FOLGORE MONTE DI PROCIDA: Fusco, Esposito (dal 14′ st Volpe), Di Costanzo,  Vierti, Lastra (dal 14′ st Rainone), Illiano L., Coppola (dal 1′ st Illiano  G.), Lubrano, Massa, Marino E., Bifaro. A disposizione: De Rosa, Crumetti,  Tizzano, Rotta. Allenatore: Marino U.

NUOVA QUARTO CALCIO: Navarra, Santangelo, Gramegna, Aprile, Pirozzi, Zinno, De  Gennaro P., D’Auria, Palma, De Gennaro D.(dal 33′ pt Andreozzi). A  disposizione: Sena, Di Criscio, Esposito A., Passaro, Spagnuolo, Picco.
Allenatore: Amorosetti.
Arbitro: Mazza di Torre Annunziata
Assistenti: Pregevole – Zivelli di Torre Annunziata
Rete: 19′ pt D’Auria
Espulso: Gramegna al 31′ pt per doppia ammonizione.
Note: Spettatori 400 circa. Ammoniti: Aprile, Pirozzi, Zinno, Andreozzi,
Vierti, Lastra. Recupero: 1′ pt, 4′ st.