Del Giudice, suo il gol vittoria

Albanova-Rione Terra 0 – 1
Albanova: Marino 7, Diana 6, Serao 6, Cianducci 6, Galoppo 6, Di Sarno 6, Russo 7, Del Villano 6, Cerullo 6,5, Sgalia 6, Aversano 6. Allenatore: Diana 7
Rione Terra: Sannino 6,5, De Felice 7, Aiello 6,5, Paesano 7, Longobardi 6,5; Cangiano 6,5, Fortuna 7, Catapano 7, Tafuto 6 (37’ st Ginestra sv), Mazzucchiello 6 (42’ st Magurno 6,5), Del Giudice 7,5 (46’ st Scarpellini sv). A disposizione: D’Isanto, Carrasco, Stasino. Allenatore: Cuomo 7
Arbitro: Del Giacco della sezione di Nola 6,5
Rete: 44’ st Del Giudice
Note: Spettatori: 100 circa. Terreno di gioco in pessime condizioni. Minuti di recupero: 1 nel primo tempo, 5 per la seconda frazione di gioco. Ammoniti: Paesano, De Felice e Ginestra del Rione Terra, Galoppo, Del Villano, Aversano e Cerullo dell’Albanova.

SAN CIPRIANO D’AVERSA – Nella “battaglia” del fango del comunale di San Cipriano d’Aversa, decide Gennaro Del Giudice. Freddezza da bomber per il gioiello che in estate il ds Rodolfo Fortuna ha pescato dal mazzo. Gli ha prestato la 10 il capitano Salvatore Ginestra a mezzo servizio, che disputa solo gli sgoccioli del match con l’Albanova. Il gol di Del Giudice a sessanta secondi dal novantesimo è di quelli pesanti, ad un turno dal termine del girone d’andata. Il Rione Terra porta a casa tre punti importantissimi per la classifica perché in concomitanza la Boys Pianurese perde 2-0 in casa del Vis Capua. I puteolani del dottore Sergio Di Bonito così scavalcano di due lunghezze la Boys Pianurese salendo al terzo posto, con un gap di due punti dal San Marco Evangelista, secondo della piazza (nel prossimo turno il big match sarà proprio Pianurese-San Marco mentre al “Conte” di Pozzuoli arriverà il Chiaja Roboris). Per la cronaca, nel primo tempo c’è da segnalare una traversa colpita dal Rione Terra su punizione di Tafuto, e una bordata di Giovanni Fortuna, deviata in angolo dal portiere dell’Albanova. Nella ripresa il Rione Terra pigia il piede sull’acceleratore e colpisce una nuova traversa con Del Giudice. Una traversa tuttavia la colpisce, in mischia, anche la compagine di mister Diana. Il Rione Terra non demorde e sfiora la marcatura con l’onnipresente Domenico Catapano. Il portiere Marino gli dice di no. Non può nulla invece all’89esimo quando il neo entrato Dario Magurno (intuizione vincente di mister Cuomo) pesca Del Giudice che come un fulmine corre verso la porta di casa e batte con freddezza l’estremo difensore casertano, scatenando la gioia della panchina puteolana. Da sottolineare il rientro alla grande di Mirko Paesano che il dottore Mario Di Bonito ha ristabilito al meglio, e in poche settimane, e l’accoglienza da signori del calcio che i dirigenti locali hanno riservato alla comitiva flegrea.

CS