Il Rione Terra

CIMITILE 2
RIONE TERRA
1

CIMITILE: Iovino 6, De Martino 6, Sepe 6,5, Mele 7 (34’ st Cittadino sv), Zoppino 5,5, Penniello 6,5, Gaglione 6 (46’ st Frezzaroli sv) , Piccolo 6, Ferrante 7, Della Marca 6,5, Marino 6,5 (23’ st Del Giudice 6) . A disposizione: Caiazzo, Cervo, Foglia. Allenatore: Mascolo 6,5

RIONE TERRA: Muoio 5,5, Mangiapia 7, De Iuliis sv (10’ pt Rocco 5,5), Tizzano 5,5 (20’ st Nasti 6), Paesano 6; De Simone 5,5, Fortuna 6, Stasino 6, Castaldo 5,5 (33’ st Rotta sv), Ginestra 6, Coppola 5,5. A disposizione: D’Isanto, Atrio. Allenatore: Fortuna 6
ARBITRO: Giaquinto della sezione di Battipaglia 8
RETI: 46’ pt Ferrante; 5’ st Mangiapia; 7’ st Mele
Note: Ammoniti: Zoppino, Piccolo, Iovino del Cimitile, Castaldo del Rione Terra. Spettatori: 300 circa

CIMITILE – Vince il Cimitile 2-1, ma prima di tutto trionfa la tifoseria della “Fossa granata”, roba da categorie superiori. Partita avvincente tra due delle migliori squadre del girone B della Prima Categoria. Il Rione Terra ha il rammarico d’essere arrivato ad un big match e ad un bel pomeriggio di sport zeppo di assenze. Gli indisponibili Quartulli, Catapano e Tortora, due attaccanti e un centrocampista. Per motivi disciplinari va fuori contesa Mazzucchiello, invece. Mister Fortuna poi deve fare a meno inoltre degli infortunati Cortese, De Felice e Barone, portiere e fantasista. Per i postumi di un virus influenzale è fuori contesa anche l’attaccante esterno Amedeo Conte mentre Fabio Atrio può andare solo in panchina per uno stato asmatico. Il Rione Terra lotta sino al triplice fischio ma non trova il 2-2 finale.

PRIMO TEMPO –  L’inizio di gara è tutto del Cimitile che sospinto dalla verve della tifoseria granata va avanti a spron battuto. Gli uomini di Mascolo trovano però di fronte un Rione Terra compatto che non concede spazi, applicato e pronto a fare male in ripartenza. E’ una giornata no per il Rione Terra, però. Passano pochi minuti e così gli ospiti perdono anche Renato De Iuliis, per infortunio. Al centro della difesa si pone Antonio Mangiapia, con l’inserimento a sinistra, della difesa a quattro, di Gigi Rocco. Al 30esimo i locali colpiscono una traversa con Della Marca che evde Muoio fuori dai pali e cerca di superarlo. Il tiro è debole ma Muoio sbaglia l’intervento: il Rione Terra si salva con la sfera che scheggia la traversa. Della Marca al 34esimo sbaglia invece in sottomisura. Il Rione Terra può pungere in contropiede ma Castaldo non gioca attaccante da anni e perde l’attimo per pungere. Nel primo ed unico minuto di recupero la difesa flegrea si fa trovare preparata e per il bomber di razza Peppe Ferrante è un gioco da ragazzi battere Muoio, non pronto nei tempi delle uscite.

RIPRESA –  L’inizio della ripresa è scintillante: il Rione Terra perviene al pareggio con Antonio Mangiapia: un’incornata vincente ed imparabile per il buon Iovino. Il Rione Terra esulta per poco perché non passano nemmeno due giri di lancette che il Cimitile trova il gol della vittoria con Mele che realizza in tap in da azione di calcio d’angolo . In contropiede Della Marca potrebbe chiudere la disputa ma Muoio gli dice di no con un’uscita bassa degna di nota. L’ultimo quarto d’ora è tutto del Rione Terra, con il Cimitile alle corde. Ci provano Fortuna e Ginestra ma sono prodigiosi gli interventi dei difensori del Cimitile. La sconfitta di Cimitile si fa meno amara per il Rione Terra in virtù della sconfitta del Summa Rionale Trieste e del pareggio de Nola.

LE FOTO
[cronacaflegrea_slideshow]
REDAZIONE SPORTIVA