Salvati e Palma si abbracciano dopo un contrastoQUARTO – Finisce in perfetta parità la seconda edizione del triangolare flegreo che vedeva impegnati, come lo scorso anno, Quarto, Puteolana 1902 e Sibilla. Una vittoria a testa ed una differenza reti di +1 nessuna delle tre compagini è uscita vincente dal Giarrusso. Nel primo dei tre match è stato il Quarto ad avere la meglio della Sibilla con un eurogol del nuovo arrivo Pirone, classe ’94 già lo scorso anno a segno 13 volte con la maglia del Procida in Eccellenza. Nel secondo dei tre match la Sibilla ha trovato il riscatto contro la Puteolana 1902, che nonostante il vantaggio su punizione magistrale di Salvati ha ceduto appunto il passo ai bacolesi per 1 – 2. Nel terzo ed ultimo match invece una rete del puteolano doc Sardo ha permesso agli uomini di Ambrosino di battere il Quarto ed aggiudicarsi i 3 punti in palio e sancire la perfetta parità fra le tre contendenti al termine delle tre mini partite.

IL QUARTO – Il Quarto ha conservato l’ossatura della scorsa stagione aggiungendo un sostituto di lusso come Pirone, che quando uno del trio delle meraviglia Palma – D’Auria – Tucci sarà out (oggi ha riposato D’Auria) non farà certo rimpiangere i più quotati titolari.

IL SIBILLA – La creatura di Carannante e Dell’Annunziata promette bene ha già un’impronta di gioco chiara e quando si completerà la rosa (manca ancora il bomber titolare) potrà togliersi più di una soddisfazione in Eccellenza.

LA PUTEOLANA 1902 – Mezzo passo in avanti rispetto alla Coppa Italia, ma c’è tanto da lavorare, assente ancora Coquin, in avanti la manovra stenta a trovare fluidità. La nota positiva è certamente Salvati che dal centro della difesa guida tutta la squadra e che con il suo destro magico può essere un’arma in più sui calci piazzati. L’esordio in campionato dista 7 giorni ed il lavoro da fare è tanto.

IL CASO COQUIN – Intanto scoppia il caso Coquin, il transfer dalla Lituania tarda ad arrivare ed il giocatore francese salterà quanto meno la prima di campionato. Lo stesso giocatore è apparso anche nervoso a fine partita, ai tifosi che gli chiedevano quando potranno verderlo in campo il fantasista francese ha risposto con un laconico «Non lo so!». Con Coquin e De Lucia fuori causa forse è il caso di pensare al tesseramento di Murolo.

ANGELO GRECO