Il capitano Felice Migliorato è pronto per la nuova stagione

POZZUOLI – Il Rione Terra che fa? Si chiedevano gli appassionati nelle scorse settimane. Il dottore Sergio Di Bonito e il fratello Mario Di Bonito, noto ortopedico di Pozzuoli, hanno cercato in tutti i modi di rilevare un titolo sportivo di Promozione. Nulla da fare: tolto il titolo sportivo del Forio, “scambiato” col Monte di Procida, tra Eccellenza e Promozione, non ce ne erano all’altezza della serietà che il sodalizio di via Solfatara ha dimostrato nei dieci anni di militanza in Figc (l’1 agosto il Rione Terra “spegne” le 10 candeline). Si guarda al futuro. Nel Domani del Rione Terra non ci saranno più le “categorie”: si punta alla costruzione di un settore giovanile. Il Rione Terra vuole fortemente partecipare al torneo di Promozione. Dovrà arrivarci tuttavia preparato, con una struttura all’altezza e soprattutto con un pacchetto di cosiddetti under (giovani in età di Lega) in grado di dire la loro nell’eventuale campionato di Promozione 2013/2014.

OCCHIO AL FAIR PLAY – La stagione che scatterà a settembre inoltre sarà l’ultima senza la preclusione al ripescaggio, poiché saranno passate quatto stagioni da quello ottenuto per la partecipazione alla Prima Categoria, dopo aver perso per un punto il torneo di Seconda Categoria. La società vuole vincere la coppa Disciplina, dopo il quinto posto del’ultima annata, nella speciale graduatoria del fair play. Si guarda al calcio dei giovani, comunque. Il primo passo storico per il Rione Terra così sarà l’allestimento di una compagine Juniores regionale che sarà a stretto contatto con la prima squadra che come ogni anno scenderà in campo per dire la sua da protagonista nel torneo regionale di Prima Categoria.

LE GIOVANILI – La connessione tra prima squadra e juniores regionale sarà quasi asfissiante. Le due squadre lavoreranno pertanto a braccetto. Dal punto di vista del “mercato” per la juniores, priorità sarà data agli atleti della classe 1995 e 1996. Sergio e Mario Di Bonito, presidente e vicepresidente, intanto hanno stretto una sorta di partnership con la fucina di talenti della Juve Domitia, che opera all’Ideal Camping, in quel di Licola. La Juniores regionale del Rione Terra così giocherà all’Ideal Camping, che sarà il “palcoscenico” degli allenamenti anche della prima squadra. Il Rione Terra, insomma, torna agli antipodi, considerando che nel 2002, anno di fondazione, la squadra cara al dottore Sergio Di Bonito si allenava proprio lì. Il direttore generale Rodolfo Fortuna, con al suo fianco il team manager Salvatore Coppola e il segretario Giovanni Volpe, intanto si sta adoperando per la formazione del team 2012/2013. C’è poi il consulente sportivo del Rione Terra, Antonio Russo, che è il collante tra la società e la dirigenza, e sta seguendo tutte le mosse del diggi Fortuna. In attesa di conoscere il nome dell’allenatore della prima squadra e del tecnico della juniores, dalle parti del Cuba libre cafè, in viale Capomazza, si susseguono briefing dirigenziali, e colloqui con i calciatori confermati, e con i nuovi arrivati. Il Rione Terra, c’è da dire che ha ritrovato la sua “saracinesca”, dopo un anno di “esilio” alla Puteolana 1909.

Compagnone con i colori della sua "nuova" squadra, il Rione Terra

UN FELICE RITORNO – Il numero uno Luigi Compagnone ha firmato il suo accordo annuale con il Rione Terra. “Sono felice. Ho disputato un ottimo campionato di Promozione alla Puteolana 1909, sia come squadra che sul piano personale. Del Rione Terra mi mancava tutto. – confessa Luigi Compagnone – Dall’sms motivazionale di Russo, il giorno prima di ogni gara, alla serietà del presidente Sergio Di Bonito che ha sempre mantenuto i suoi impegni e non ha fatto mancare nulla alla squadra. Poi l’atmosfera di questa famiglia perbene è unica. Sono tornato per vincere e i presupposti ci sono tutti”, osserva il portiere di via Luciano, che sarà affiancato dall’altro Compagnone, il classe 1994 Eduardo, ex del Monte di Procida, e dal confermato Diego D’Isanto. Ha firmato per il Rione Terra anche l’evergreen Luca Maddaluno. Un classe ’75 che sta in forma come un ragazzino. E’ da considerare un jolly di centrocampo e di attacco. Ha firmato la sua conferma anche il jolly di difesa e centrocampo Domenico Catapano, una delle anime della squadra assieme ai confermatissimi Ginestra, Mangiapia, Quartulli, capitan Migliorato, di rientro dall’infortunio, Gianni Fortuna, Mirco Paesano, Rosario De Simone, Tortora e Rocco. Da firmare poi c’è il centrocampista Diego Cangiano, proveniente dal Trentola Ducenta. Il diggi Fortuna poi è in pressing su un difensore centrale e su un attaccante, nomi importanti per la Prima Categoria, ma che restano attualmente top secret.