La squadra anticamorra schierata a centrocampo

GIUGLIANO –La Nuova Quarto Calcio non fa sconti e al De Cristofaro, stadio straordinario e degno di ben altri palcoscenici, batte il Giugliano e centra così la nona vittoria esterna stagionale condannando i padroni di casa ad una triste e mesta retrocessione. Buona l’affluenza di pubblico al De Cristofaro nonostante i padroni di casa non abbiano più nulla da chiedere ad un campionato piuttosto deludente. Mister Amorosetti, scontati i due turni di squalifica, ritorna in panchina e manda in campo la formazione ‘tipo’ con Navarra tra i pali, difesa a quattro composta da Santangelo, Zinno, Andreozzi e Gramegna; centrocampo composto da Cardinali, Di Maio ed Aprile, tridente offensivo composto da Tucci, Palma e D’Auria: 44 reti complessive.

IL PRIMO TEMPO –  Mister Di Napoli contro la corazzata flegrea decide di affidarsi ad un attacco pesante e manda in campo Palumbo come prima punta con Orefice e Iannini a supporto per una sorta di 4-3-3 che in fase difensiva si trasforma in un abbottonato 4-5-1. Sotto un sole primaverile, con temperature quasi estive, gli ospiti quartesi partono a spron battuto e al primo affondo trovano il vantaggio: grande progressione di Cardinali che dal fondo lascia partire un cross su cui è abilissimo Aprile a staccare di testa superando Granata. E’ l’1 a 0 per la squadra di mister Amorosetti che vede mettersi in discesa la partita. 5′ dopo è Tucci a provare la conclusione da fuori ma la palla si spegne a lato. I padroni di casa giuglianesi provano a creare qualche grattacapo alla retroguardia quartese soprattutto sulle palle da fermo ma Pirozzi e Zinno sono attenti e Navarra non è mai chiamato in causa. Prima della chiusura del tempo è ancora Aprile a sfiorare il gol del raddoppio in due occasioni prima con un bolide dai 25 metri sventato da Granato e, sul successivo calcio d’angolo, con un colpo di testa da pochi passi, fuori misura.

SECONDO TEMPO – Il primo tempo si chiude con la Nuova Quarto in vantaggio al cospetto di un buon Giugliano. Nella ripresa parte forte la squadra di Amorosetti che sfiora il gol in più occasioni: su Tucci e D’Auria è bravo Granata a sventare i pericoli mentre al decimo Aprile non trova la porta per questione di centimetri, con Granata ormai battuto. Al 19′ su una bella azione del Giugliano, Carrino, già ammonito, si tuffa in area: secondo giallo forse un po’ eccessivo fattosta che l’attaccante giuglianese viene espulso lasciando in dieci i suoi e complicando ancor di più il compito alla sua squadra. Il Quarto però non riesce a concretizzare e dopo una strepitosa parata di Granata ancora su D’Auria, arriva il meritato raddoppio: minuto 30, angolo di D’Auria, stacco imperioso di Palma e due a zero per il Quarto con il fantasista azzurro che raggiunge quota sedici gol in campionato. La gara in pratica si chiude qui. Al 33′ per proteste viene allontanato il tecnico del Giugliano ed al 39′, Andreozzi subentrato a Di Maio trova uno splendido gol dai 25 metri. E’ il 3-0 finale: la Nuova Quarto Calcio mantiene la vetta della classifica in coabitazione con la Frattese e quando mancano 2 giornate al termine della regular season, lo spareggio promozione è sempre più vicino. Per il Giugliano una sconfitta che sa di retrocessione: la matematica da ancora speranze ma ci vorrebbe molto piu’ di un miracolo sportivo per evitare ai gialloblu’ la retrocessione diretta.

GIUGLIANO CALCIO 0 

NUOVA QUARTO CALCIO 3

Giugliano: Granata, Mollo, Tammaro, Connola, Russo, Mello (dal 18′ st Di Perna), Dente, Orefice, Palumbo, Iannini, Carrino. A disposizione: Lanza, Tosti, Di Tella, Zavarese, De Rosa, Porcaro. Allenatore: Di Napoli

Nuova Quarto Calcio: Navarra, Santangelo, Gramegna, Aprile, Pirozzi, Zinno, Cardinali, Di Maio (dal 25′ st Andreozzi), D’Auria (dal 42′ st Picco), Palma (dal 35′ st De Gennaro), Tucci. A disposizione: Sena, Ucciero, Esposito, Errico. Allenatore: Amorosetti.
Arbitro: Miele di Nola.
Assistenti: D’Avino – De Martino di Nola
Reti:10′ pt Aprile, 30′ st Palma, 39′ st Andreozzi.
Espulsi: 11′ st Carrino per doppia ammonizione. 33′ st Di Napoli (allenatore giugliano) per proteste.
Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Orefice e Palumbo.