Ezio Monaco nuovo allenatore degli allievi del Monteruscello

POZZUOLI – Dopo la vittoria del titolo Allievi la scorsa stagione il Monteruscello Calcio ha puntato a rafforzarsi per centrare in questo campionato qualcosa di più prestigioso. Il sogno nel cassetto del presidente Rodolfo Ruta è lo scudetto che due anni fa la società biancoverde sfiorò di un soffio nella finale di Chianciano contro l´Accademia Internazionale Milano.
LO STRAMACCIONI DEL MONTERUSCELLO – In quest´ottica quest´anno lo staff tecnico flegreo è stato ulteriormente rafforzato con l´innesto di un allenatore giovane, preparato e con un ricco curriculum. Si tratta di Ezio Monaco, 32 anni originario di Quarto, che appena due anni fa ha allenato gli Allievi nazionali del Pomezia sfidando squadre di livello come Lazio, Ascoli e Roma, allora guidata da Stramaccioni attuale allenatore dell´Inter che in un´intervista si congratulò con il giovane allenatore flegreo. «Ricordo ancora quella partita contro i giallorossi – dice Monaco -. Perdemmo ma tenemmo testa ad una super squadra e fu un´esperienza straordinaria».
IL PROFILO – In possesso del patentino Uefa B, che gli consente di allenare in serie D e fare il secondo in Lega Pro, Monaco ha iniziato la carriera appena diciassettenne allenando gli Esordienti del Monteruscello e nella società biancoverde è rimasto fino all´età di 21 anni. Poi, arriva l´esperienza con il Mirabella Eclano in Eccellenza dove fa il secondo di Stefano Liquidato, attuale allenatore del Nola, e il trainer dei Giovanissimi Regionali. L´anno dopo va ad Ariano Irpino in serie D guidando la juniores nazionale e collaborando alla prima squadra con Negri e Roberto Carannante. Il suo amore è però la scuola calcio, tanto che torna alla sua vecchia passione svolgendo per un anno il responsabile alla Pigna Calcio. Quindi, arriva l´esperienza con l´Internapoli di patron Di Marino dove allena sempre la Juniores nazionale. Passa, poi, al Pomigliano dove rimane per due anni e dove guida sempre la juniores mettendo a segno risultati lusinghieri. Due anni fa arriva l´esperienza di Pomezia seguita da quella di secondo di Farris a Pomigliano in serie D l´anno scorso. Fino alla chiamata della squadra che l´ha lanciato: il Monteruscello, preferito al Treviso che lo aveva pure contattato.
LE SUE PAROLE «Quando il presidente Ruta mi ha contattato per offrirmi questa possibilità di allenare la squadra Allievi non ho esitato ad accettare – afferma Monaco -. L´ossatura della squadra in larga parte è quella della passata stagione con qualche innesto che potrà garantirci la continuità. Ho fiducia in questo gruppo e cercheremo di non deludere le aspettative della società e gli obiettivi che ci siamo prefissati ad inizio stagione. Vincere è una parola grossa, noi puntiamo prima di tutto a divertirci». Tanti i giovani lanciati in tutti questi anni come Pisani ora all´Aversa Normanna o Biraschi che gioca con il Grosseto e che ha già esordito in serie B. «Oggi il calcio prevede un continuo aggiornamento perchè va al passo con i tempi – conclude il tecnico Ezio Monaco -. Al Monteruscello mi sento come a casa mia: in questa società sono cresciuto e adesso ci sono ritornato per vincere qualcosa di prestigioso».

CS