CALCIO – Nell’ultimo week end di calcio flegreo sorride solo il Monte di Procida, in un fine settimana amaro per le squadre locali. Due sconfitte, due pareggi ed una sola vittoria ecco il magro bilancio dei 5 team impegnati tra serie D e prima categoria.
SERIE D – Perde la Sibilla, come era anche più che lecito aspettarsi, sul campo della seconda in classifica Città di Marino, un netto 3 – 1, addolcito solo nel finale con la rete di Poziello su rigore, che non ammette alcuna replica. La contemporanea sconfitta del Boville la tiene sul fondo della calssifica in “buon” compagnia.
ECCELLENZA – Vince al 90′ il Monte di Procida in quel di Nola. È una rete di Carlino a piegare le resistenze dell’Atletico. Lontani però i play off per i giallo blù che seppur dovessero agganciare una posizione utile alla post season, probabile che vedrebbero vanificati iloro sforzi per la distanza che le prime due stanno mettendo con le altre. Dopo un buon momento arriva uno stop per il Quarto che nella trasferta di Procida perde con un secco 2 – 0. Continua la lotta salvezza per i flegrei in una parte basse della classifica sempre più calda ed intricata.
PROMOZIONE – Dopo il preventivabile stop di Casalnuovo la Puteolana 1909 attendeva in casa il Cellole in un match che sembrava essere tutt’altro che impossibile. Invece i granata di Perna si fanno fermare sullo 0 – 0 dai casertani nonostante l’uomo in più avuto per quasi tutta la ripresa. Brutta nel complessivo la prova granata che però recrimina per due legni colpiti nella ripresa.
PRIMA CATEGORIA – Momento no per il Rione Terra di mister Fortuna, gli azzurri non vanno oltre lo 0 – 0 in casa del modesto Casavatore, mancando così il ritorno alla vittoria. Le occasioni degli azzurri stanno tutte nella traversa di Mazzucchiello colpita nel primo tempo su calcio piazzato dalla lunga distanza. Occorre quanto prima rimettersi in carreggiata per ottenere un posto buono per i play off.
PROSSIMO TURNO – Domenica la Sibilla Bacoli se la vedrà con il Selargius in un Chiovato finalmente riaperto al pubblico, una sfida da vincere senza se e senza ma, contro una squadra che naviga in acque tranquille ed ha poco o niente da chiedere a questo finale di campionato. In eccellenza il Monte di Procida riceve la Virtus Carano che li precede in classifica di ben 11 lunghezze, una vittoria da portare a per il prestigio più che per la classifica. Il Quarto invece va a Torreannunziata contro lo schiacciasassi Savoia, quasi un stop forzato per i flegrei che difficilmente da un campo del genere potranno prendere punti utili per la salvezza. Dopo l’inatteso pari interno con il Cellole, in promozione, la Puteolana 1909 se la vedrà in trasferta con il San Pio Mondragone, un match che si presenta infuocato. Dopo i tre pareggi casalinghi è d’obbligo cercare la vittoria. In prima categoria dopo il pareggio esterno contro il non certo irresistibile Casavatore e soprattutto 1 punto in tre partite, il Rione Terra è atteso al riscatto. Sabato pomeriggio al Conte è atteso il Summa Rionale Trieste, un match difficile ma da vincere a tutti i costi, proprio lo spessore degli avversari potrebbe dare nuova vitalità ai puteolani cari al presidente Sergio Di Bonito.

AG