Ginestra e De Luca dopo la gara

di Antonio Carnevale

POZZUOLI – L’ultima del 2013 rimane un tabù per il Rione Terra. Il Real Poggio vince 1-2 al “Conte”, inguaiando così le feste, e la classifica, di Ginestra e compagni. Per i puteolani, giunti al match incerottati (Stellato assente dell’ultima ora e Nasti e Di Roberto non al 100%) è un punteggio che sa di beffa. Nel finale infatti il pari non è arrivato per via degli interventi di un super portiere ospite.

 

LA GARA –  Nonostante il terreno di gioco in precarie condizioni renda difficile la manovra, le compagini partono bene. Al 16’ si sblocca il match: liscio di Di Fraia, (errore dettato anche da una zolla “nemica”) e dalla destra parte il cross che porta alla rete di Infante, in gol con un preciso colpo di testa. Nella circostanza non è perfetta la difesa dei padroni di casa. Passano pochi minuti e il Real Poggio prova a bissare: è bravo Maione a chiudere in uscita su Infante, oggi vera e propria spina nel fianco. Il Rione Terra però è vivo. Corre il 37’ e dai piedi del solito Ginestra (ultimo a mollare) nasce il gol del pari: assist al bacio verso l’area e Di Roberto, con un inserimento perfetto, sigla, al volo, il momentaneo 1-1. Gran gol per lui e azione spettacolare.

 

IL SECONDO TEMPO – Si va così al riposo. Nella ripresa, in pochi secondi, prima il neo entrato Del Giudice va vicino al vantaggio poi c’è l’episodio che decide la partita: Infante, in area ma chiuso sulla linea di fondo, viene atterrato ingenuamente da De Felice, e il direttore di gara, senza indugi, indica il dischetto. Il rigore di Agnello è centrale, Maione va vicino al miracolo sfiorando la sfera, ma è 1-2. Di nuovo in svantaggio, Perna le prova tutte passando al 4-2-3-1 offensivo ma il Real Poggio è bravo a coprire e ripartire. Gli ultimi minuti sono thrilling. Al 43’ gli ospiti rimangono in dieci e il forcing del Rione Terra diventa estenuante. Al 45’ Ginestra su punizione sfiora l’incrocio. In pieno recupero è Fiorenza, versione Buffon, a negare il pari con una doppia parata sui colpi di testa ravvicinati di Di Roberto e Nasti.

 

LA DELUSIONE  – A fine partita Ginestra non nasconde la sua delusione «Siamo stati sfortunati, abbiamo creato tanto per agguantare il pari ma il loro portiere è stato eccezionale. Partite come queste è difficile raddrizzarle, complice anche il terreno di gioco. Dobbiamo tuttavia fare meglio. Ci sarà da soffrire fino alla fine». Sulla stessa lunghezza d’onda De Luca: «Siamo rammaricati, volevamo fare meglio, mister Perna, nonostante il risultato, ci ha rincuorato per l’impegno profuso». Il Rione Terra dovrà sfruttare al meglio la sosta per ricaricare le batterie, sabato 5 Gennaio sempre in casa, c’è l’Anacapri.

 

Per sentire la cronaca della gara cliccare qui


 

RIONE TERRA-REAL POGGIOMARINO 1-2

Rione Terra: Maione; Aiello(Testa 20′ s.t.), Esposito, Di Fraia(De Felice 5′ s.t.); Cangiano, De Luca, Nasti, Tafuto, Di Bernardo(Del Giudice 16′ s.t.); Ginestra, Di Roberto.

Real Poggiomarino: Fiorenza; Balzano, Battaglia(Cangianiello 10′ s.t.), Mastellone(Agnello 10′ s.t.); Magliulo, Panariello, Brancaccio, Infante, Sormonto; Beato, Matrone.

Arbitro: Giangreco (sez. Salerno) Assistenti: Napoli (sez. Salerno) e Passaro (sez. Salerno)Marcatori: 16′ p.t Infante (RP), 37′ Di Roberto (RT), 24′ s.t Agnello (rig.)
Ammoniti: Tafuto (RT), De Felice (RT), Testa (RT), Panariello (RP)
Espulsi: Matrone (RP)