AS Monte di Procida

STASIA: D’Urso S., Liccardo, D’Onofrio, Aprea, Sacco, Leone, Villino, Basso, Pastore, Di
Costanzo (31’ Allocca, 32’st D’Urso R.), De Falco. A disp: Lauro, Catapano, Capasso, Curcio,
Boccia. All: Renna
MONTE DI PROCIDA: Del Giudice, Prisco, Massa, Greco, Cocciardo, Cuomo, Arenella (41’st
Carlino), Lubrano, Mautone, Di Matteo (35’st Ursumanno), Armeno. A disp: Matafora, Scotto,
Marfella, Copellino, Esposito. All: Ambrosino
ARBITRO: Gualtieri di Asti – ASSISTENTI: Aucella e Serpe di Torre del Greco
MARCATORE: 24’st Armeno
NOTE: vento gelido per l’intero incontro. Ammoniti D’Urso S., Villino e De Falco; Arenella e
Lubrano. Al 10’st D’Urso S. para rigore a Di Matteo (MP). Recuperi 1’ e 2’. Spettatori 150 circa.

SANTANASTASIA – Sconfitta di misura per lo Stasia al “De Cicco”: un eurogol del Monte di Procida ferma a sei la scia di risultati utili consecutivi. Mister Renna varia nuovamente la formazione, obbligato da squalifiche ed infortuni, in ultimo quello odierno del capitano Di Costanzo, in cui, per un calcio al viso, ha rimediato la deviazione del setto nasale; uscito al 28’, è stato accompagnato in ospedale per verificare un’eventuale frattura. La gara è intensa ma corretta, le squadre si affrontano apertamente, ben messe in campo dai rispettivi allenatori. Lo Stasia amministra di più il gioco, mentre i montesi provano a giocare di rimessa, la palla resta lontana dalle porte. La prima conclusione a rete al 19’ ad opera di De Falco, un rasoterra dal limite che finisce sul fondo. Rispondono gli ospiti con un’incursione di Di Matteo sulla destra, cross al centro per l’accorrente Mautone e palla sull’esterno della rete. Gli anastasiani tentano l’affondo con Villino sulla fascia destra ma Pastore, ricevuta la sfera, sbaglia mira. Alla mezz’ora l’incidente accorso a Di Costanzo, manda in apprensione non solo la panchina per il cambio a freddo di Allocca, ma tutta la squadra vista l’incessante fuoriuscita sanguigna del capitano biancoblu. Il Monte di Procida, così ne approfitta e si porta in zona d’attacco, Di Matteo prima sciupa sotto porta una ghiotta occasione e poi manda la sfera a scheggiare la traversa. Pronti, via nella ripresa e lo Stasia si rende subito pericoloso: Pastore mette De Falco a tu per tu con Del Giudice, bravo il portiere avversario ad uscire sui piedi del giovane anastasiano. Sul fronte opposto Di Matteo tenta la sortita per vie centrali, D’Urso S. esce sulla palla, l’attaccante flegreo carambola giù e l’arbitro concede il rigore. Si incarica della battuta lo stesso Di Matteo che tenta un cucchiaio, facilmente bloccato dal portiere vesuviano. Stavolta è il Monte di Procida ad accusare il colpo, ma i padroni di casa non ne sanno approfittare: Pastore lancia in profondità De Falco, la difesa ospite fa buona guardia; sugli sviluppi di un corner ancora De Falco, di testa, manda la palla a fil di palo. Al 23’ Pastore fa da sponda a De Falco nell’area piccola, Del Giudice per due volte si oppone, palla a D’Onofrio e salvataggio montese sulla linea. Rapido capovolgimento di fronte, pallone sull’out sinistro ad Armeno che dalla distanza, con una traiettoria impossibile, insacca alla spalle di D’Urso. Lo Stasia non reagisce lucidamente e pur spingendosi in attacco non sortisce risultati. A nulla valgono gli sforzi finali, i tre punti vanno ai sempre più lanciatissimi giocatori flegrei.

Ufficio Stampa A.S.D. STASIA SOCCER
Antonella Scippa