La rosa del Monte di Procida Cappella 2011-12

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA – FERRINI BN 5-0

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA: Del Giudice; Prisco, Massa, Greco, Cocciardo, Cuomo, Arenella, Lubrano (40’st Copellino), Mautone (29’st Marfella), Di Matteo (20’st Ursumanno) , Armeno. A disp. Matafora, Scotto D’Antuono, Fenderico, Esposito. All. Ambrosino

FERRINI BN: De Luca; Orfeo, Diodato, Guerriero (27’st Tavino), Mesisca, Stroffolino, Amabile, Musco, Di Iorio, Marucci (27’st Fappiano), Di Biase (5’st Diodato R.). A disp. Petrone; Procaccini, Frusciante. All. Orsini

Arbitro: Carotenuto di T. Annunziata

Marcatori: 21’pt, 36’pt, 26’st Mautone, 19’st Di Matteo, 23’st Ursumanno.

Note: Spettatori 300 circa. Ammoniti: Orfei, Amabile (FE); Espulso al 30’st Mesisca per doppia ammonizione. Corner: 8-3 per il Monte di Procida Cappella. Recupero: 2’pt; 3’st.

MONTE DI PROCIDA – Il nuovo orario non cambia le abitudini della compagine gialloblù, che continuano nella loro striscia positiva inanellando la terza vittoria consecutiva e il quinto risultato utile di fila. Un Mautone in forma smagliante ed una prestazione corale di ottimo livello fanno del Ferrini la mal capitata di turno. Cinque reti e pratica archiviata. Il campo ha dimostrato la superiorità del team di Sasà Ambrosino, che è riuscito ancora una volta a rendere il match una gara di prima fascia, nonostante di fronte si trovasse l’ultima della classe.

I PADRONI DI CASA prendono subito in mano le redini dell’incontro e dopo appena 6′ si rendono pericolosi con Di Matteo, che colpisce il legno da una punizione dal limite. Pochi minuti più tardi è Lubrano a sprecare una ghiotta occasione su assist di Mautone. Tenta la reazione il Ferrini con Marucci, ma Del giudice fa sua la sfera in due tempi. Al 23′ arriva la marcatura che apre le porte alla “manita” finale. Mautone fa valere tutta la sua forza fisica riuscendo a trasformare in assist un rinvio del portiere concluso con un secco diagonale su cui il giovane De Luca non può nulla. Alla mezz’ora Cocciardo ha l’opportunità di raddoppiare grazie ad un ottimo servizio di Armeno, ma il suo colpo di testa a portiere battuto termina alto sulla traversa. Prima del duplice fischio Mautone realizza il suo secondo goal personale grazie ad un imperioso stacco di testa, capitalizzando un assist di capitan Di Matteo.

LA RIPRESA  inizia a ritmi più lenti, ma la storia non cambia. E’ sempre Montedi Procida. Al 16′ infatti Di Matteo confeziona un tiro a giro che va dritto nel sette. De Luca battuto per la terza volta. Il Poker arriva al 23′ con il neo entrato Usrsumanno, che imita proprio il suo capitano che gli ha lasciato il posto, firmando il 4-0. Altre tre minuti e arriva la tripletta di bomber Mautone, abile a spiazzare il portiere avversario e spingendo il fondo al sacco la palla del 5-0 finale. Da qui alla fine solo torello e possesso palla per i padroni di casa, che rispondo alla vittoria del Savoia di ieri e si consolidano al secondo posto in classifica.

PREMIO –  Al termine del match le targhe del “Premio Sorriso e Lealtà” sono state consegnate a Mautone per il Monte di Procida e a De Luca per il Ferrini. A premiare l’ex calciatore degli anni 60/70 Michele Martino, che ha militato tra le file del Montedi Procida, Antoniana Casevecchie e Folgore Cappella.

LE INTERVISTE –  Negli spogliatoi si respira aria serena e rilassata, e mostra tutta la sua felicità il mattatore della domenica Cesare Mautone: “Sono soddisfatto della prestazione, dei goal e soprattutto della vittoria della squadra. Abbiamo confermato quanto di buono fatto in queste settimane e dobbiamo continuare così, cercando di lottare sempre per i vertici della classifica”. Anche mister Ambrosino mostra tutta la sua soddisfazione: “Abbiamo fatto un’ottima gara. Il pericolo era sottovalutare l’avversario per la sua posizione in classifica. Invece abbiamo dimostrato grande maturità e determinazione. Queste son gare in cui se vinci hai fatto il tuo dovere, se perdi fa notizia. Per cui comunque c’era una pressione particolare. Un plauso a tutti e soprattutto al nostro capitano, che oggi è andato in campo nonostante l’influenza che lo affligge da qualche giorno. Dobbiamo continuare su questa strada cercando di distrarci il meno possibile e trarre il massimo dalle nostre prestazioni. Alla fine si vedrà”. Sorridente anche il Presidente Marasco: “Non è facile dare continuità ai risultati. Noi oggi ci siamo riusciti e ci godiamo questo momento positivo. Speriamo ora di svuotare un pò l’infermeria e di recuperare per domenica almeno Lauro e Carlino”.

GIACOMO D’IPPOLITO
Ufficio Stampa Monte di Procida Cappella