La rosa del Monte di Procida Cappella 2011-12

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA – P. MARCIANISE 2-2

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA : Del Giudice, Prisco, Massa (dal 86’ Scotto Antuono), Copellino, Cuomo, Carlino , Arenella, Ursomanno( dal 82’ Lubrano), Mautone , Di Matteo, Armeno. A disp: Matafora, Volpe, Scotto Rosato, Esposito, Tizzano. All Ambrosino

PROGREDITUR MARCIANISE: Ciontoli, Desiderio (dal 45’ Sito), Napoli, Tufano (dal 45’ Pepe), Pandolfi , Migliotti, Grillo, Dianna, Pagliuca, Prisco, Ndiaye (dal 45’ Petrotti). A disp: Pasquariello, Spataro, Sacco, Diglio. All. Sorianiello

Marcatori: 25’pt MAutone, 18’st Capellino (MDPC); 27’st Grillo, 32’ Prisco (rig.) PM.

Note: 200 spetttori ca. Ammoniti Ursomanno, Massa (MDPC); Napoli, Tufano, Migliotti (PM). Angoli: 5-4 per il Monte di Procida Cappella

MONTE DI PROCIDA – Sembra esser diventata davvero un miraggio la vittoria per il Monte di Procida Cappella, che, dopo le ultime cinque gare in cui ha raccolto solo un punto, sperava di chiudere al meglio il 2011 calcistico portando a casa tre preziosi punti, che nella ripresa sono sfumati. Eppure la gara è iniziata nel verso giusto. A mezz’ora dal termina il doppio vantaggio lasciava ampi spiragli di vittoria, invece il ritorno degli ospiti ha praticamente capovolto il destino di un match che sembrava già scritto. Ma andiamo per gradi. Tanto studio da parte delle due squadra. La prima azione degna di nota arriva al 17’ con Pagliuca che fa tremare il popolo giallublù sfiorando il sette. Al 25’ Mautone mette la firma sul gabellino sfruttando una ribattuta della retroguardia casertana e piazzando in rete la sfera da pochi passi. Il Monte di Procida continua a spingere e poco prima del riposo Di Matteo tenta il raddoppio di testa, ma la mira non è precisa.

SECONDO TEMPO –  La ripresa sembra iniziare in discesa per i ragazzi di mister Ambrosino. Prima Mautone in discesa verso la porta si fa stregare da Ciontoli, che salva i suoi respingendo la conclusione ravvicinata in corner. Sugli stessi sviluppi però nulla può sul tiro di Capellino che angola bene e firma il raddoppio contese. Sembra fatta ma il Marcianise accorcia al 27’ Grillo, lesto a concretizzare una splendida azione tutta di prima dei gialloverdi. Poi 5 minuti più tardi arriva il goal del pari. Massa atterra in area Grillo e per il direttore di gara ci sono gli estremi per il penalty. Alla battuta si presenta Prisco che non sbaglia. 2-2 e tutto da rifare. Gli ultimi assalti a nulla servono al Monte di Procida, che è costretto alla fine ad accontentarsi del pari. Le targhe “Premio Sorriso e Lealtà” dell’iniziativa Fair Play sono state consegnate ad Arenella per il Monte di Procida Cappella e Grillo per il Progreditur Marcianise. A premiare Gennaro Schiano, capitano del Folgore Cappella degli anni ’70.

COMMENTO –  Non fa drammi però al termine del match il Presidente Marasco: “Non siamo stati bravi a gestire il vantaggio – commenta – ma alla fine considerati le condizioni di emergenza, frutto dei tanti infortuni, possiamo essere abbastanza contenti del pari. E’ un periodo che non gira al meglio, ma speriamo che il girone di ritorno inizi così come lo è stato per quello di andata. Certamente avremo l’infermeria più vuota e ciò ci consentirà di avere a disposizione l’intera rosa costruita per ben figurare in questo campionato”.

CS