L'allenatore del Monte di Procida Ambrosino

MONTE DI PROCIDA – Una domenica che potrà rimanere negli annali del calcio montese. La vittoria conquistata in concomitanza con il pareggio strappato dalla Stasia ai danni del Gladiator con la contemporanea vittoria del Carano riapre i giochi playoff. Il Monte è saldamente quarto. Bisogna solo attendere gli ultimi 90 minuti per poter scrivere una pagina davvero storica. Gara disputata con determinazione e grinta, raccogliendo tre punti meritati.
LA CRONACA – Al 13’ Spunto di Di Matteo dal vertice destro, salta l’avversario, ma la conclusione è debole e Nappi non ha problemi a far sua la sfera. Poi Armeno pesca Maniero al centro dell’area Maniero che di testa chiama agli straordinari l’estremo difensore avversario. L’appuntamento del goal è solo rimandato di un minuto. Scotto si invola sull’out di sinistra serve all’altezza del dischetto Mautone che di piatto desto non sbaglia, siglando il goal del vantaggio. Ancora Monte di Procida al 23’. Ancora Mautone che con un colpo di tacco chiude il triangolo con Lubrano, che però non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. Al 42’ Di Matteo ci prova da calcio piazzato ma la traversa gli nega la gioia del goal. Nella ripresa il Monte di Procida scende in campo con la stessa determinazione della prima frazione e al 10’ trova il raddoppio con Maniero che dal limite indirizza la sfera li dove Nappi non può nulla.È Orefice al 20’ a firmare il tris su punizione. Traiettoria beffarda, leggera deviazione della barriera che mette fuori causa il numero 1 del Vis San Nicola. 3-0. Di Matteo cerca il poker dieci minuti più tardi, ma Nappi intuisce la traiettoria e smanaccia. Sul capovolgimento di fronte Marcucci accorcia le distanze con un preciso colpo di testa .
PLAY OFF A PORTATA DI MANO – Nel finale l’attenzione è tutta rivolta alle sorti del Gladiator che viene raggiunto sul 2-2 proprio nel recupero dallo Stasia. Goal che scatena la festa dei gialloblù, in virtù di una classifica che ad oggi la vede in piena zona play off. Grande entusiasmo anche della società. Il Presidente Marasco mostra tutta la sua soddisfazione: “Può essere il coronamento di un’annata straordinaria – dichiara -. Ora la classifica dice che disputeremo i play off e ciò ci rende particolarmente entusiasti. Un plauso a questi ragazzi che al di là dei punti e della classifica si sono mostrati grandi uomini e grandi professionisti, non mollando mai. Un po’ di rammarico c’è per qualche punto perso con qualche disattenzione che poteva essere evitata, ma siamo soddisfatti di tutta la stagione fin qui disputata”. Soddisfatto e entusiasta anche mister Ambrosino, che però riesce a mantenere comunque i piedi ben saldi a terra: “Una gara che ripaga una stagione, che senza dubbio può diventare storica per questa realtà. I risultati dagli altri campi ci ripromettano in piena zona play off, e ciò rende onore a quanto di buono costruito finora. Un momento di forma straordinario, però ci sono altri 90 minuti da giocare per i definitivi verdetti. Quindi attendiamo per poi pensare concretamente a quella che potrà essere l’extra season da disputare.” La targa Fair Play “Sorriso e lealtà” al termine della gara è stata consegnata a Prisco per il Monte di Procida e Caputo per il Vis San Nicola.

CS