L'allenatore del Monte di Procida Ambrosino

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA: Del Giudice; Cocciardo, Massa (35’st Scotto), Greco (28’pt Ursumanno), Cuomo (1’st Arenella), Carlino, Prisco, Lubrano, Mautone, Di Matteo, Armeno. A disp.: Matafora; Copellino, Marfella, Esposito. All. Ambrosino.

GLADIATOR: Iafullo; Arietano, Panariello, Vitiello, Noviello, Criscuolo, Bizzaro, Martone, Russo, Rima (20’st Bonavolontà), Di Pietro. De Filippo; Mele, Florese, Guadagnuolo, Luce, Caiazza. All. Macera.

MARCATORI: 2’pt Rima, 15’pt Bizzarro, 27’st Bonavolontà, 37’st Di Pietro.

NOTE: Spettatori 350 circa, con folta rappresentanza ospite. Ammoniti: Cuomo (MDPC); Arietano, Noviello (G). Angoli 3-3. Recuperi 3’pt; 3’st.

MONTE DI PROCIDA – Al “Vezzuto-Marasco” arriva il miglior attacco del campionato, e non tradisce le statistiche. Anche il Monte di Procida Cappella cade nel vortice del grande attacco neroazzurro che contina la sua scalata rifilando altre quattro marcature e tallonando sempre più il Savoia. La gara inizia subito in salita per il team di Sasà Ambrosino che si trova sotto dopo appena 2′, con il goal di Rima che rompe il ghiaccio e porta in vantaggio il Gladiator. Dopo dieci minuti è Russo a tentare l’mmediato raddoppio, ma Del Giudice si oppone alla grande salvando in corner. Ma è proprio Russo a fornire a Bizzarro l’assist del 2-0 al 15′, con l’esterno neroazzurro che non si fa scappare l’occasione. Il Monte di Procida tenta di ritrovare gli equilibri e al 19′ Mautone tenta di accorciare ma la traversa gli nega la gioia del goal. Di Matteo cerca la marcatura da calcio piazzato al 21′, ma la conclusione termina sul fondo di pochissimo. Prima del duplice fischio Criscuolo tenta il colpo del ko, ma il suo colpo di testa termina alto.

NELLA RIPRESA   Del Giudice ancora protagonista su Rima, deviando in corner l’insidiosa conclusione del numero 10 ospite. Ma i Gladiator non si ferma e al 27′ il neo entrato Bonavolonta trova il goal del 3-0 da posizione defilata. Chiude i conti Di Pietro al 37′ regalando ai suoi compagni l’ennesima vittoria in goleada.

IL PRESIDENTE –  Per il Monte di Procida si tratta della terza sconfitta consecutiva in casa. Un periodo decisamente negativo che ha fatto perdere contatto con i primi posti della classifica. “E’ un momento no – ammette il Presidente Marasco -, dobbiamo riprendere il cammino e tornare a fare punti. Purtroppo ci siamo trovati di fronte una grandissima squadra che ha meritato ampiamente la vittoria dimostrando grande superiorità. Mercato? Dopo Maniero abbiamo chiuso i nostri acquisti, anche perchè la nostra pianificazione la facciamo in estate, e continueremo così fino al termine della stagione”.

L’ALLENATORE –  Scuro anche il mister Ambrosino: “La sconfitta di oggi ci sta tutta, ma purtroppo dobbiamo recriminare sulle precedenti gare non su questa. Oggi sapevamo di trovarci di fronte una grande squadra, anche se il goal a freddo ha cambiato tutto, rovinando tutta la preparazione settimanale. Dobbiamo rimboccarci le maniche e continuare sulla nostra strada”.

Comunicato Stampa