AS Monte di Procida

MONTE DI PROCIDA – Harakiri Monte di Procida, per la prima sconfitta stagionale. La formazione della famiglia Marasco perde 5-1 al Paudice di San Giorgio a Cremano. E’ stata una giornata no per gli uomini del mister Salvio Ambrosino, che da martedì rifletteranno sugli errori commessi contro i granata del Vesuvio. Lauro ha segnato il gol della bandiera per i gialloblù.

SAN GIORGIO – MONTE DI PROCIDA CAPPELLA 5-1

SAN GIORGIO: Mausella; Esposito, Incarnato, Caccia, Ruoppo, Piccolo, Pascuccio (20’st Iorio), Mosca, Imparato, Cesarano (30’st Punzo), Sposato (43’st Cucciardi), Labagnara, Asile, Bevo, Striano. All. Matrullo

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA: Matafora; Lubrano (1’st Cuomo), Scotto (1’st Tizzano), Orefice (30’st Copellino), Cocciardo, Carlino, Arenella, Greco, Armero, Di Matteo, Lauro. Del Giudice, Mautone, Ursumanno, Esposito. All. Ambrosino
ARBITRO: Sabatino di Nola (Galluccio/Caputo)
RETI: 14’pt Cesarano; 39’pt Sposaro; 2st’, 15’st, 45’st Imparato (SG); 24’pt Lauro.
AMMONITI: Caccia, Piccolo, Mosca, Sposato, Incarnato (SG); Scotto, Orefice (MDPC).
SAN GIORGIO – Sonora sconfitta per il Monte di Procida Cappella, che incassa 5 goal dalla compagine di mister Matrullo, abile ad approfittare di alcune ingenuità della difesa gialloblù. Dopo appena un quarto d’ora i ragazzi di mister Ambrosino sono già sotto, in virtù di un tiro potente di Cesarano che sfrutta al meglio una ribattuta difensiva in seguito ad un calcio d’angolo. Il Monte di Procida Cappella però reagisce subito e dopo 10 minuti riporta il risultato in parità con Lauro. Ma prima del riposo Sposaro finalizza un’azione partita sempre da calcio d’angolo mandando la sua squadra al riposo con un vantaggio di due reti ad uno. Nella ripresa sale in cattedra Imparato. Al 2′ Carlino e Matafora non si intendono su un retropassaggio e l’attaccante del San Giorgio mette la firma sul primo delle sue tre marcature. Passano 13 minuti e arriva la doppietta, in seguito ad un’ingenuità dell’estremo difensore montese. La gara sembra volgere alla fine senza altre particolari emozioni, ma prima del triplice fischio c’è spazio per l’ultima marcatura del bomber di turno, che infila in fondo al sacco la sua terza rete personale, fissando il risultato sul 5-1 finale. Una brutta sconfitta che non cancella comunque un avvio di stagione molto positivo, sul quale bisogna lavorare per tornare ai ritmi di sette giorni fa.
Giacomo D’Ippolito
ufficio stampa Asd Monte di Procida