POZZUOLI/BACOLI – Della serie “a volte ritornano”. Roberto Righetti, Enzo Perillo, Guido Martiello sarebbero parte integrante del progetto Sibilla Flegrea Bacoli a Pozzuoli, e vanno alla ricerca di partner commerciali. Nel passato hanno ricoperto ruoli nella compianta “Fc Puteolana 1902” del presidente Attilio Cesarano, e poi sono tornati in auge nell’esperienza Atletico Puteolana 2008. Cesarano prese il titolo del Gragnano, poi per motivi personali lasciò la squadra al vicepresidente Righetti, e al direttore sportivo Gatta, con Perillo al settore giovanile. Oggi Righetti, Perillo, Martiello, gli ex della  “Fc Puteolana” vanno a caccia di sponsor per il progetto Sibilla Flegrea Bacoli al “Conte”.

Attilio Cesarano (foto dal Web)

UN PASSATO TRAVAGLIATO – L’ultima esperienza degli ex uomini di Cesarano è stata sicuramente da dimenticare. Era l’estate del 2008: Pozzuoli era senza squadra cittadina, con la Puteolana 1909 militante in Prima Categoria, e il Rione Terra, in Seconda Categoria, prima del salto nella categoria superiore. Cesarano e Tommaso Carannante volevano ripartire dalla Promozione, ma il compianto Cannavacciuolo del Gragnano improvvisamente contattò i dirigenti granata per concedere il titolo sportivo di serie D nazionale. Si partì con entusiasmo ritrovato, e con Sasà Amato in panchina. Arrivò gente di categoria superiore, ma il progetto di rinascita della “P” di Puteolana si arenò con l’inizio dei problemi con la giustizia del presidente Attilio Cesarano, l’unico che ha garantito la continuità del calcio nazionale a Pozzuoli, dopo il ciclo Campania Puteolana targato Morra Greco.

Il "Domenico Conte" gremito (foto dal web)

L’AMARA RETROCESSIONE – L’Atletico Puteolana 2008 è durata solo una stagione, pertanto. A fine campionato, dopo tanti problemi tra prima squadra e settore giovanile, l’Atletico Puteolana scese in Eccellenza, perdendo lo spareggio con il Castrovillari, in un “Conte” gremito. Un mese dopo il titolo tornò a Gragnano, (girato a Boscoreale), per mancati pagamenti al compianto patron Cannavacciuolo. Il ds dell’Atletico Puteolana 2008 era Dino Gatta, ora consulente di mercato del Villa Literno in Prima Categoria.

I DUBBI – Si vocifera oggi anche di un ritorno di Gatta, a Pozzuoli, con l’avvento della Sibilla Flegrea Bacoli, ma il diretto interessato smentisce. “A Pozzuoli torno solo per salutare vecchi amici e godere delle bellezze del posto. Di calcio non ne voglio più sapere, a Pozzuoli, perché l’anno scorso il presidente del Marcianise mi chiese di trasferire il titolo di Legapro, nei Campi Flegrei, ma non si fece nulla per la mancanza di concretezza. La Sibilla Flegrea Bacoli si trasferirà a Pozzuoli? E’ solo una storiella estiva, per me”.

TEMPO SCADUTO – Stavolta, c’è da aggiungere che, è scaduto il termine per il cambio di denominazione, quindi sul piano formale non ci sarà una nuova Puteolana. La realtà che verrebbe a giocare al “Conte” ha residenza a Bacoli, nome bacolese, e maglia biancazzurra, intanto, quindi non potrebbe usufruire della tariffa comunale per il fitto del “Conte”, in Arco Felice.

LA SIBILLA HA PROBLEMI A BACOLI – Ad oggi così, le squadre puteolane con residenza a Pozzuoli, sono la Puteolana 1909 e il Rione Terra. I granata della famiglia Fiore militano in Promozione, la realtà sociale di Sergio Di Bonito in Prima Categoria. Le due prime squadre sono, inoltre, composte, quasi completamente da calciatori puteolani. Con o senza la Sibilla Flegrea Bacoli al “Conte”, quindi già ci sono due società che giocano ad Arco Felice. La Sibilla? Per adesso alla presidentessa Borredon è stato negato l’utilizzo del “Tony Chiovato” di Baia, per morosità.

ANTONIO RUSSO
[email protected]