Mister Corrado Sorrentino, cerca le giuste soluzioni tattiche

POZZUOLI – Nella consueta amichevole del giovedì la Puteolana 1902 ha stroncato l’Arzanese per 3 – 0, di Letizia e di un doppio Siciliano le reti che hanno annichilito le velleità della squadra che milita in seconda divisione. Per mister Sorrentino il test è stato un’ occasione per provare idee in vista dell’importante match di domenica al Conte contro la Fortis Trani, direttissima concorrente nella lotta salvezza.

SENZA VOLPE ED ERRICO – Oltre al lungodegente Di Domenico, Sorrentino dovrà fare a meno di Errico, che sconta la seconda delle tre giornate di squalifica rimediate contro il Francavilla e Volpe espulso domenica a Taranto. Nel ruolo di terzino sinistro ha provato Carmine Signore, con Errico a destra e Imbriaco e Luongo come centrali, test anche sulla mediana dove ha provato Sabia assieme a Mauro con Napolitano e Amato esterni a supporto di Letizia e Riccio.

UNA CHANCE PER SICILIANO? – La scelta di Carmine Signore terzino offrirebbe una maggiore copertura e potrebbe permettere di rischiare, se non dall’inizio almeno durante la gara, Siciliano che ieri è apparso in gran spolvero esterno di centrocampo. La soluzione avanzata è supportata anche dallo schieramento visto nella prima frazione di gioco con il 4–4–2 iniziale che in fase offensiva si trasformava in 4–3–3, con Letizia che svariava sul tutto il fronte offensivo e permetteva a turno a Napolitano o Amato di allinearsi con i due attaccanti.

IL PROBLEMA ’94 – Il problema a questo punto nascerebbe riguardo gli under, con l’innesto di Siciliano in luogo di Amato mancherebbe il ’94 che obbligatoriamente deve essere in campo, quindi l’ingresso di Siciliano in quella formazione risulterebbero assai complessa a meno che non si pensi di inserire Amato centrale ma si andrebbe a perdere molto in copertura.

LE SOLUZIONI – Un’altra soluzione potrebbe essere data dallo slittamento di Napolitano sulla linea difensiva in luogo di Signore che andrebbe a riprendere il suo naturale posto di centrale, difficile però che l’allenatore granata decida nuovamente di snaturare il gioco di uno dei suoi uomini di maggior fantasia. Allora ecco che Sorrentino potrebbe a questo punto confermare Perillo dal primo minuto o rispolverare Cimmino, che però nemmeno pare aver convinto del tutto. L’unica certezza nella mente di Sorrentino è che domenica occorre vincere a tutti i costi.

ANGELO GRECO