L'allenatore del Monte di Procida Salvatore Ambrosino

MONTE DI PROCIDA  – QUARTO    1 – 0

MONTE DI PROCIDA CAPPELLA:  Del Giudice B; Prisco, Massa (44’st Esposito),Lubrano, Cocciardo, Carlino, Arenella (1’st Mautone), Greco, Armeno, Di Matteo, Lauro (30’st Ursumanno). A disp. Matafora, Di Meo, Cuomo, Copellino. All. Ambrosino.

QUARTO: Afeltra; De Gennaro, Cotena, Maddaluno, Finizio, Amoruso (35’st Cique)), Coluccio, Amendola, Del Giudice E. (17’st  Formato), Marino, D’Agostino (10’st Ciotola). A disp. Senna, Calvanico, Sasso. All. Agovino.

ARBITRO:  Giangreco di Salerno (D’Avino/Aucella)

MARCATORE: 4’st Mautone.

NOTE: Gara disputata al “Tony Chiovato” di Bacoli per temporanea indisponibilità del “Vezzuto-Mararasco”. Spettatori 150 ca. Ammoniti: Massa, Carlino, Di Matteo (MDPC); De Gennaro, MAddaluno, Fiizio, Amendola (Q). Corner: 6-1 per il Monte di Procida Cappella. Recuperi: 1 pt – 3 st.

 

BACOLI – Dopo la brutta sconfitta di domenica scorsa in quel di San Giorgio il Monte di Procida Cappella si riscatta e fa sua l’intera posta in palio. Nella prima frazione di gara la gara non si sblocca. Ci prova Lauro al 20′ con un diagonale, ma la sfera finisce sul fondo. tre minuti più tardi Cocciardo tenta il tiro dalla distanza sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma la mira non è precisa. Pochi minuti più tardi è di Matteo a tentare la girata di testa, ma la sua conclusione risulta debole e Afeltra non ha problemi a far sua la sfera. Prima del riposo Lauro, pescato in profondità da Greco, calcia a volo impegnando Afeltra che blocca in due tempi. Afeltra che chiude lo specchio due minuti più tardi su un’ottima conclusione dai sedici metri di Di Matteo.

NELLA RIPRESA –  mister Ambrosino lascia Arenella negli spogliatoi facendo subentrare Mautone. Decisione che si rileverà fondamentale per le sorti del match. Infatti dopo appena quattro minuti il bomber gialloblù lascia il segno, finalizzando alle spalle del numero uno del Quarto un ottimo assist di Lauro. Al 19′ Di Matteo lancia sull’out di sinistra Massa, il quale si addentra in area, ma non riesce a superare Afeltra che si salva in calcio d’angolo. Nelle ultime battute ci prova Lubrano a chiudere il match in seguito ad una ribattuta della difesa, ma senza particolare fortuna. Il Monte di Procida Cappella riesce a stringere i denti fino al 93′, quando  il signor Giangreco di Salerno decreta la fine dell’incontro. Una vittoria salutare che riporta serenità nell’ambiente gialloblù.

SODDISFATTO IL TECNICO AMBROSINO – che sperava in un riscatto immediato: “Dovevamo rialzarci subito dopo il black out di domenica scorsa e ci siamo riusciti. La partita non era facile e siamo stati bravi a portare a casa tre punti fondamentali. Derby acceso? Ogni partita in questo campionato sarà una lotta, la classifica è molto corta e i valori in campo spesso si equivalgono. E’ un girone molto difficile, non andremo avanti gara dopo gara sperando di arrivare più lontano possibile. Play off? E’ presto per dirlo, ma daremo il massimo per migliorarci sempre di più”.

GIACOMO D’IPPOLITO
Ufficio Stampa Monte di Procida Cappella