Antonio Letizia, ha avuto la grande occasioni di riaprire la gara

FOGGIA – A leggere il risultato Foggia – Puteolana 1902 parrebbe essere la classica partita ben giocata dai padroni vinta senza soffrire. Ma invece la gara giocata allo Zaccheria è tutta un’altra storia, i granata hanno decisamente giocato meglio dei padroni di casa ma si sono fatti punire nelle uniche azioni concesse ai “satanelli”.

LA PARTITA – All’entrata in campo la sorpresa è l’assenza di Murolo anche dalla panchina granata, l’unico vero attaccante di riserva a disposizione di Sorrentino finisce in tribuna, apparentemente per scelta tecnica, una scelta che si rileverà alla lunga fallimentare. Non è in campo D’Ascia al suo posto c’è D’Agostino, lo spot di ’94 quindi è occupato da Fioretti, con Scognamiglio in panchina. Parte bene le Puteolana che ha subito due ottime occasioni con Riccio e Letizia ma le conclusioni degli ospiti sfiorano solo i pali difesi da Nicale. Al 26′ al primo affondo il Foggia passa, Agostinone dai 20 metri indovina un angolo imprendibile per Alcolino. La Puteolana non si scompone e si riversa in attacco senza che il Foggia riesca a rispondere alle offensive degli uomini di Sorrentino. Ma al 43′ ecco che arriva il gol che spezza le gambe ai granata, Sabia si impappina con il pallone tra i piedi, la palla arriva ad Agnelli ed è il raddoppio per o padroni di casa. Si chiude così il primo tempo.

IL SECONDO TEMPO – La ripresa ha lo staesso canovaccio della prima frazione, Puteolana all’attacco e Foggia dedito alla sola difesa. Napolitano impegna due volte Nicale e Luongo da azione di angolo impatta bene di testa ma la palla sorvola di poco la traversa. La più grande occasione la ha però Letizia che al 75′ ha la possibilità di calciare il rigore che avrebbe dato la possibilità alla Puteolana di cercare il pareggio nel 15′ finali. Ma il bomber di Secondigliano getta alle ortiche la chance calciando alto sulla traversa. La Puteolana però ci prova ancora con Riccio ma Nicale è ancora miracoloso. Finisce 2 – 0 per il Foggia un risultato fin troppo severo per la Puteolana che però ha dimostrato tutti i suoi limiti ad andare rete.

ANGELO GRECO