real-pozzuoliSANTA MARIA CAPUA VETERE – Per la trasferta sul campo della Sammaritana mister D’Alicandro decide di confermare il quintetto iniziale che tanto bene aveva fatto nella scorsa sfida di campionato. I pali sono difesi da un Del Giudice in grande crescita, più bassi Atrio e Ferrante, pronti a stoppare le manovre offensive avversarie e far ripartire con i loro passaggi precisi il temibile tandem d’attacco composto dalla rapidità di Ursomanno e dalla tecnica di Cacace.

LA PARTITA – Dopo un doveroso minuto di silenzio per le vittime della valanga che ha colpito l’hotel Rigopiano inizia a rotolare il pallone e comincia la sfida in quel di Castellamare. La partenza degli ospiti è forte, anzi fortissima. In meno di 60 secondi l’estremo difensore di casa è già chiamato a intervenire in diverse circostanze. Il Real sfrutta la grande partenza e trova la rete dopo 1 minuto e 30 secondi. Tacco geniale di Cacace che libera Ursomanno sulla sinistra il quale serve un pallone solo da buttare in rete per uno come Ferrante che non fallisce a tu per tu con Somma. Al 4′ è Atrio ad inventare per Ferrante che conclude benissimo al volo ma è l’incrocio a negargli un grandissimo gol. Al minuto 9 c’è la prima occasione per i padroni di casa che colpiscono il palo dopo una mischia. La gara procede su buoni ritmi ed è soprattutto combattuta in mezzo al campo. Il Real prova ad attendere gli avversari e recuperare la sfera per poi far male in ripartenza ma i puteolani non riescono a centrare il bersaglio. Si va dunque all’intervallo con il risultato di 1 a 0 forse stretto per quello che la squadra ospite aveva costruito.

LA SECONDA PARTE DI GARA – Nella ripresa il Real non vuole concedersi inutili rischi e cerca il gol della sicurezza. La difesa puteolana è una vera e propria muraglia granitica che non concede spazi agli sterili attacchi avversari, ma la mira in avanti non è quella dei giorni migliori. Al quinto è bravissimo il Real ad uscire dal pressing palla a terra, Cacace serve Ferrante che però si lascia ipnotizzare dal bravo portiere di casa. Al 9′ doppia azione con Ursomanno e Cacace a cercare la rete, ma ancora il portiere dice di no. Cordua scalda il sinistro e ci prova dalla distanza, ma la palla termina di poco a lato quando siamo al minuto 10. All’11’ la migliore occasione per la squadra di casa ma Ursomanno realizza praticamente un gol salvando sulla linea la sfera diretta verso la rete. Superato lo spavento il Real prova a trovare il gol della sicurezza che però non ha intenzione di arrivare. I minuti passano ed il gol tanto desiderato finalmente arriva: lancio per Ursomanno che uncina il pallone con grande maestria, il numero 13 lo sposta poi sul piede preferito e lascia partire un destro a giro che si va a conficcare alla sinistra dell’incolpevole portiere di casa. Tripudio di gioia sulla panchina dei puteolani che sobbalzano dalla felicità per il ventunesimo gol stagionale del bomber puteolano che si va ad inchinare dinanzi ai tifosi accorsi in trasferta per sostenere la squadra. Nel finale doppio giallo per Ferrante ed il Real gioca negli ultimi due minuti in inferiorità numerica. La fase difensiva dei gialloblù rasenta però la perfezione e il risultato resta immutato sul 2 a 0. Doveva essere un esame di maturità, ebbene possiamo dunque promuovere a pieni voti il Real Pozzuoli che ha ottenuto la terza vittoria in altrettante gare in questo 2017 sul campo di una Sammaritana che ha ospitato nel migliore di modi la squadra gialloblù. Settimana prossima la compagine del presidente Pastore salperà ad Ischia per continuare questo bellissimo momento che lascia sognare i puteolani e tutti i supporters di questa squadra. Un solo favore, lasciateci sognare ancora e non svegliateci…

SAMMARITANA 0-2 REAL POZZUOLI

Sammaritana: Somma, Raimo,. Izzo, D’Aniello, Serrapica, Di Palma, Somma, Malafronte, Elefante, Cascone, Ingenito, Brancati.

Real Pozzuoli: R. Daniele, Del Giudice, Atrio, Orlando, Prencipe, E. Daniele, Ferrante, Di Costanzo, Cordua, Ursomanno, Cacace, Testa.

Marcatori: 2′ p.t. Ferrante (RP) – 27′ s.t. Ursomanno (RP)

Ammoniti: Izzo, D’Aniello, Cascone (S) – Ferrante, Cordua (RP)

Espulsi: Ferrante (RP)