Palumbo ha incontrato i giornalisti al Pala Errico

POZZUOLI – Era nell’aria già da metà della scorsa stagione agonistica, ma oggi è arrivata l’ufficializzazione: la Pallacanestro Pozzuoli non si iscriverà al prossimo campionato serie di A1. A darne l’ufficialità è stato Fulvio Palumbo nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al “Pala Errico”. Dopo sei anni consecutivi di massima serie (il prossimo sarebbe stato il settimo), Pozzuoli deve abbandonare il più prestigioso palcoscenico della pallacanestro femminile nazionale, troppo oneroso per il sodalizio flegreo.

SPERANZE – Ma la Pallacanestro Pozzuoli non lascia del tutto, l’intenzione è quella di riorganizzarsi per poi ripartire all’attacco dei palcoscenici appena lasciati. «Non ci sono più i presupposti economici per affrontare una nuova stagione di massima serie, già lo scorso anno è stato fin troppo tribolato – esordisce Fulvio Palumbo – senza la sicurezza di avere il budget (oltre 300mila euro ndr) non possiamo fare differentemente. Prendiamo atto che in città non ci sono forze economiche in grado di garantire sponsorizzazioni tale da poter continuare, del resto è palese che nessuno oggi si può permettere di investire sullo sport cifre simili, la crisi economica è sotto gli occhi di tutti. In realtà come la Sardegna è la regione che, indirettamente, scende in campo garantendo buona parte delle somme per fare sport. Ma non ci arrendiamo la nostra attività continua.

IL FUTURO – Dopo l’addio alla massima serie A, il presidente della società traccia il futuro prossimo dell’attività agonistica – Come più volte detto rafforzeremo il settore del basket maschile, cercheremo di allestire una squadra che punti alla vittoria del campionato ed alla promozione in C1. Per quanto riguarda il settore femminile invece partiremo con la Flavio dalla serie B (quarta categoria a livello nazionale), allestendo una squadra che punterà al salto di categoria immediata in A3, magari se ci saranno i giusti presupposti anche all’immediato ripescaggio in A2 o A1. Allestiremo una squadra certamente in grado di ottenere la promozione ci seguirà certamente Marika Minervino e ci ha dato la disponibilità Nara Innocente – prosegue Palumbo che nella giornata di ieri ha avuto un incontro con l’amministrazione comunale – Ci siamo incontrati con il Sindaco e gli assessori Fumo e Cammino, l’amministrazione ha detto che si adopererà in questo anno per ricercare eventuali sponsorizzazioni, noi disputeremo i nostri campionati ad aprile potremmo già iniziare a programmare il futuro della prossima stagione.»

LA REALTA’ – L’impressione dunque è che si faccia un passo indietro per non gettare il lavoro fatto negli anni alle ortiche. La serie A1 rappresentava un fardello economico che gravava troppo su tutto l’ambiente che gira attorno alla Pallacanestro Pozzuoli. Le intenzioni espresse di voler ritornare in tempi brevi sugli scenari che contano vanno poi verificate sul campo, ma per ora bisogna limitarsi a constatare che il prossimo anno si avrà ancora la C2 maschile e una serie B femminile: del resto ipotizzare che la situazione economica in città cambi nel giro di qualche mese è alquanto utopistico.

 

ANGELO GRECO