Angela Zampella, una delle peggiori contro Faenza

POZZUOLI – Analizzare la debacle interna contro Faenza purtroppo è molto semplice, Pozzuoli ha difeso male e Faenza ha auto percentuali aliene. 69,4 da due e 52,6 da tre, contro una squadra che tira così non c’è nulla da fare tocca soccombere. Le altre cifre sono meri numeri da statistica, la partita sta tutta nella incapacità della ragazze di Palumbo di porre rimedio alle bocche di fuoco faentine. Nemmeno pensare che la partita sia stata persa tutta nel primo tempo, quando Pozzuoli è stata sotto anche di 30 punti, infatti le percentuali delle ospiti sono state costanti in tutta la partita. Se Pozzuoli quindi avesse voluto recuperare avrebbe dovuto trovare la via per abbassare le percentuali delle avversarie cosa che non è avvenuta. Anche se le romagnole erano in serata di grazia, specie Paola Mauriello (30 punti 5/6 da tre) come sempre capita in questi casi i meriti dei vincitori si incrociano con i demeriti degli sconfitti. Pozzuoli oltre a non aver trovato mai la chiave difensiva per almeno arginare la Mauriello ed la Eric, nei primi due quarti ha litigato con il canestro, segnando nel primo quarto la miseria di 6 punti e chiudendo con 28 modesti punti la prima frazione. Nel secondo tempo Pozzuoli ha trovato nuovamente confidenza con il canestro ma ciò non è bastato per recuperare.
LE SINGOLE– Per quanto riguarda le singole va purtroppo segnalata la negativissima prestazione di Angela Zampella,

Top score della serata Kelly Mazzante, i suoi 32 punti non sono bastati ad evitare la debacle

che dopo i 18 punti di Alcamo è tornata nella confusione tecnica in cui era caduta nelle ultime apparizioni, gli zero punti raccontano solo in parte la brutta prestazione del play italo americana, che non è mai riuscita a dare continuità al gioco delle sue compagne di squadra, anche un paio di conclusione dall’arco in transizione testimoniano il momento no per la talentuosa giocatrice. Da segnalare in negativo anche la prova di Dada Vilipic, che anche innervosita da un paio di chiamate arbitrali non è riuscita a dare il suo solito contributo ne in attacco ne in difesa 6 punti e solo due tiri presi in tutto il match sono un impatto troppo modesto. Nel marasma di domenica si salvano Melissa Fazio e Kelly Mazzante. Le uniche a tenere banco nel primo tempo disastroso delle flegree. Dei 28 punti segnati nei primi due quarti 17 hanno lo loro firma e i 9 della capitano sono venuti con un 100% al tiro. Kelly Mazzante ha chiuso poi con 32 punti suo hig in Italia, ottenuto con un eccellente 9/11 dal campo. Nei ultimi due quarti rimpingua il bottino anche Alejandra Chesta, che ottiene 14 dei suoi 16 punti finali. Rimandate Micovic e Callens autrici di una prova incolore. Domenica c’è l’impegnativa trasferta di Como, che verrà immediatamente susseguita dal match di Coppa contro Taranto occorre dare una inversione di tendenza se non si vuole che l’inciampo di domenica possa diventare qualcosa di più pesante.

AG