In questo finale di stagione Pozzuoli avrò l'orecchio lungo sui risultati di Orvieto e Cagliari

LUCCA – Lucca era trasferta a dir poco complessa ed il – 36 finale ben racconta le difficoltà che le puteolane hanno avuto in toscana. Eppure Pozzuoli per due quarti ha cercato di arginare le avversarie prima di essere travolta nella seconda parte di gara.

LA GARA – Parte a razzo Lucca che si porta subito avanti 9 – 2 Pozzuoli dopo il primo canestro sparacchia male e al 5′ si è già sotto di 11 lunghezze (13 – 2). La Gesam mantiene le 11 lunghezze di va al primo riposo 19 – 8, pochi i punti segnati della puteolane per pensare di impensierire le toscane. Bagnara dall’arco è una sentenza ed ad inizio secondo quarto Parma è già 21 – 8. nei primi 5′ del secondo quarto sono due bombe di Baggioli a tenere a galla Pozzuoli, ma Lucca comunque continua a scavare un solco sempre più ampio (28 – 14). Pozzuoli prova a dare segni di vita e con due bombe della Maznichenko va al riposo con il risultato sotto la doppia cifra 36 – 28. La reazione di Pozzuoli però pare sparire subito in apertura terzo quarto quando sospinta da una immortale Andrade Lucca scappa a + 21 (55 – 34). improvvisamente a Pozzuoli si spegne la luce e si va al riposo con le padrone di casa avanti di 25 (59 – 35). Il quarto periodo è solo accademia Lucca allunga per il finale 82 – 46. Domenica altra trasferta impossibile a Taranto prima della chiusura con Schio in casa, Pozzuoli dovrà soprattutto stare attenta ai risultati di Orvieto e Cagliari.

ANGELO GRECO