Alice Richter suona la carica per il finale

POZZUOLI –  “Hands up, and touch the sky…can’t stop, ‘cause we’re so high!” Prima trasferta vintaaaaaaaaaaaaaaa! Daje c…o!” “Mani in alto e tocca il cielo non puoi fermarti perché siamo in alto” il resto è meno “british” ma più chiaro. È lo status che Alice Richter ieri poco dopo la vittoria di Chieti della GMA. Per la triestina 10 e 6 rimbalzi nei 35’ di impiego e un ottimo 2/2 dall’arco, uno “score” che nei sei punti che hanno diviso Pozzuoli e Chieti ha avuto senza dubbio un suo peso.

ALICE RICHTER«Sono contentissima della prima vittoria esterna, l’avevamo solo sfiorata a Priolo ed accarezzata per metà match a Cagliari. Non abbiamo un calendario facile certo ma vogliamo provare ad arrivare ai play off, sarebbe un modo per me e per le mie compagne di ringraziare la società che ci sta dando una grande possibilità in massima serie. Personalmente poi c’è una grande voglia di rivalsa contro Parma per la batosta che prendemmo all’andata» Già per Alice e per altre sue compagne è la prima esperienza in A/1, un’occasione che la triestina non vuole sprecare «Non posso che ringraziare Pozzuoli per avermi aperto il palcoscenico della massima serie, ho solo 21 anni e l’occasione che sto avendo è grande, molte mie colleghe non riescono a trovare spazio io invece con un po’ di fortuna sto trovando tanto parquet e sono contentissima Per me è un sogno giocare contro giocatrice che fino allo scorso anno vedevo solo il TV, lavoro tutti i giorni per dimostrare la mia gratitudine». L’entusiasmo e la determinazione della triestina sono lo spirito giusto con il quale Pozzuoli deve affrontare il finale di campionato, una vittoria con Parma potrebbe garantire l’accesso ai play off, nell’anno più strano ed assurdo del basket femminile nazionale Pozzuoli potrebbe scrivere una pagina di storia tutta sua.

ANGELO GRECO