Enrica Pavia, al tiro contro Schio

POZZUOLI – Il finale di stagione è sempre tempo di bilanci, lo fanno i tifosi, lo fanno i dirigenti e naturalmente anche le giocatrici. La prima emozione, forse la più bella di quest’anno a Pozzuoli la regalò Enrica Pavia, quando all’esordio tra le mura amiche infilò il canestro della vittoria contro Priolo, con una bomba da oltre centro campo. Iniziò praticamente lì stagione di Enrica Pavia, una stagione da 27′ di impiego medio e 7,5 punti segnati, un anno che lei ritiene assolutamente positivo.

LE PAROLE DI ENRICA PAVIA – «Sono contenta del mio anno, ringrazio la società ed il coach per la stagione appena trascorsa. Ad agosto mi era stato detto che avrei avuto un minutaggio alto e sono contenta che la promessa si sia mantenuta. Credo di essermi giocata bene le mie carte, resta l’amaro per non aver raggiunto i play off, ma tutti hanno visto come abbiamo lottato nell’ultima gara contro la corazzata Schio. Ringrazio la società per l’opportunità che mi ha dato e per tutto quello che ha potuto fare quest’anno. Pozzuoli poi è un ambiente fantastico, sono stata benissimo, la città è bella, solare e con le mie compagne ho stabilito un buon rapporto.

LA SPERANZA – Nella crisi crisi che attanaglia il basket femminile nazionale c’è anche Pozzuoli e il rischio che la squadra non di iscriva al prossimo campionato è reale – La crisi è certamente forte e non riguarda solo Pozzuoli ma conosco l’entusiasmo di Palumbo e spero davvero che la storia di Pozzuoli non si fermi qui. Poi bisognerà anche capire cosa farà la lega, il numero delle straniere il blocco o meno delle retrocessioni credo sia tutto ancora molto confuso per capire. Io dal canto mio sarei ben felice di onorare il mio secondo anno di contratto».

ANGELO GRECO