il comando di Polizia Municipale

BACOLI – E’ arrivata la tanto attesa sentenza del Tar della Campania sul concorso per i due posti vigili a tempo indeterminato effettuato nel mese di dicembre scorso. Con il decreto n.3563 il tribunale amministrativo regionale della Campania ha dichiarato “inammissibile per carenza di interesse” il ricorso presentato da Arturo Pietrangeli per l’annullamento del bando di concorso.  “Ancora una volta il Tar della Campania – afferma il comandante dei vigili urbani Marialba Leone – “bacchetta” le carenze d’interesse che, purtroppo, sortiscono il solo effetto di rallentare il buon funzionamento della macchina comunale”. Il motivo del ricorso era semplice: al bando potevano partecipare soltanto i possessori di Patente A senza limiti che può essere acquisita a 21 anni.  Il ricorrente, ventenne, quindi era escluso dalla procedura concorsuale perchè carente di uno dei requisiti essenziali per la partecipazione. Il ricorso, dunque, mirava all’annullamento della prova, ma i giudici del Tar non hanno riscontrato anomalie nell’espletazione del bando concorsuale. “Va rilevato, tra l’altro, che i continui attacchi giudiziari all’Amministrazione Comunale – sostiene l’assessore alla Polizia Municipale Michele Costigliola – comportano il conferimento di mandati ad avvocati per la necessaria e dovuta difesa. Questo, ovviamente, a danno delle casse comunali, soprattutto quando, nel caso in oggetto, si dispone la compensazione delle spese processuali”. A questo punto è probabile il ricorso al Consiglio di Stato per smontare la sentenza del Tar.

ENZO LUCCI

[email protected]