Giro di vite per i parcheggi selvaggi sia sul litorale che in centro storico, ma anche in periferia, soprattutto in prossimità delle attività commerciali.  Da diverso tempo, infatti, gli abitudinari della vacanza “mordi e fuggi” continuano a collocare il loro veicolo sui marciapiedi delle principali strade che circondano la zona balneare e il centro storico.

L’AMMISSIONE – “Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni da parte di cittadini residenti e turisti, messi in difficoltà dalla moda decisamente poco urbana di parcheggiare negli spazi riservati ai pedoni – affermano alcuni agenti della PM locale -. Anche se controlli ne abbiamo sempre fatti, la situazione è diventata seria. Pertanto, specialmente nel fine settimana, stiamo intensificando il servizio”.

SOSTA SELVAGGIA – E le multe fioccano, visto che tra sabato e domenica hanno superato il centinaio. Auto in doppia fila, gente che si sistema ovunque o che sosta dove più gli fa comodo, nessun rispetto per le segnaletiche, per gli spazi, per le strade, per la viabilità: quello dei parcheggi – ma quante volte l’abbiamo già detto? – è la vera e propria piaga di Bacoli. E mica ci stanno solo i simpaticoni che implorano di non essere multati, eh.

LUNGOMARE – Punito maggiormente dal lavoro dei vigili, è, ovviamente il lungomare, il centro storico – nell’orario aperto alla circolazione -, ma anche le strade periferiche come via Fusaro, via Cuma e viale Olimpico, vero e proprio regno del parcheggio selvaggio cittadino. Automobili ovunque. Nei pressi degli incroci, sui marciapiedi, davanti ai passi carrabili.

“TERRA DI NESSUNO” NOTTURNA – E la sera il problema si aggrava, con l’assenza di controlli da parte dei vigili urbani. In tal senso, la popolazione si attende un altro giro di vite che colpisca la movida notturna, con soste selvagge che ostacolano la normale circolazione del traffico veicolare. Luoghi maggiormente indiziati da questo controllo Baia e Miseno, dove le auto, nelle notturne vengono parcheggiate in qualsiasi punto della località, persino, in alcuni casi, anche sulle aiuole pubbliche. Si attende che passi il progettino sugli straordinari notturni dei vigili, in modo che ci possano essere controlli anche nelle ore piccole.

ENZO LUCCI

[email protected]