BACOLI – Doveva essere un semplice avviso verbale che era iniziata la raccolta differenziata nel quartiere di Cuma. Ma per un dipendente francese della Nato, evidentemente, non era il momento giusto per essere disturbato, tant’è che va in escandescenza con alcuni dipendenti della Flegrea Lavoro che avevano bussato al citofono. Urla, forse qualche bestemmia in francese, e minacce con una pistola puntata in alto. Subito scatta la telefonata ai carabinieri della locale stazione. Appena giunti sul posto i militari riescono ad entrare nell’abitazione e a bloccare lo straniero in evidente stato di ebbrezza. Nell’appartamento vi erano altre pistole, ma tutte senza munizioni. Per lui è scattata una denuncia a piede libero.