Con agosto sono tornate, come e più di prima, dal centro alla periferia. Sono le auto parcheggiate in doppia fila, un vero ostacolo per la già caotica circolazione bacolese. Gli esempi sono centinaia, a partire dalle centrali via Risorgimento, a via Roma per terminare in viale Olimpico a Cappella. Un fenomeno difficile da debellare, se non con una forte azione repressiva dei vigili urbani.

Questa mattina, tra le 9 e le 11, viale Olimpico, presentava la carreggiata dimezzata da camion per lo scarico merci e auto fermi in doppia fila. Alcune auto erano, anche,  posteggiate nel senso opposto a quello di circolazione. Scuse, le solite! “Devo andare un secondo in farmacia .Cinque minuti e la tolgo. Non posso girare 20-30 minuti per cercare un posto e poi rimanerci poco tempo”. E’  la giustificazione più frequente, al pari del classico “mancano i parcheggi”.

viale Olimpico

CAOS A CAPPELLA –

ANCHE A BACOLI – Raggiungendo il centro storico, la situazione non migliora. Auto in doppia fila si sono incontrate  in via Roma. “Via Roma, già stretta – osserva Giuseppe Granata, residente – diventa una sorta di imbuto, con le auto costrette a fermarsi per minuti”. Situazione migliore nei pressi della villa comunale. Fino alle 13 c’erano due vigili. “Sentendo il fischietto – affermano alcuni frequentatori dei giardini pubblici – i responsabili spesso arrivano, altrimenti scatta la multa. Ma per eliminare la doppia fila bisognerebbe monitorare la via sempre”.

PIU’ VIGILI – In molte strade, i residenti chiedono una maggiore presenza di vigili: ma il personale è carente dal punto di vista numerico. Quello delle doppie file è un problema variabile, peggiore in certi periodi dell’anno e nei giorni di pioggia. L’amministrazione pare sia intenzionata ad aumentare il corpo di Polizia Municipale, “arruolando” alcuni dipendenti interni comunali.     

MOBILITA’ INTERNA – È questa l’idea che sembra avere il benestare anche del Prefetto di Napoli Infatti è già partita una sorta di indagine conoscitiva da parte dei vertici dei caschi bianchi, all’interno degli uffici comunali, per constatare una eventuale disponibilità da parte di qualche dipendente. Dovrebbe essere otto gli elementi che tra qualche giorno dovrebbero essere inseriti. Si cercherà di reperirli dai più giovani. L’Amministrazione ha cercato di fare leva sull’aumento di stipendio che inevitabilmente, andrebbe ad agevolare coloro che lavorano negli uffici. Qualche centinaia di euro in più, alla fine del mese non guasterebbero a nessuno, in periodo di crisi.

ENZO LUCCI

enzolucci@cronacaflegrea.it