Il sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano

BACOLI –  Pugno duro dell’amministrazione comunale di Bacoli contro il fenomeno dell’evasione dei tributi. Il sindaco Ermanno Schiano e l’assessore alle Finanze Vincenzo Salviati hanno messo in atto una serie di azioni tese a contrastare il fenomeno.  Nei giorni scorsi infatti è partita la riscossione delle tariffe relative al servizio idrico nei confronti dei creditori i quali, a seguito del loro status debitorio, sono stati diffidati dall’Ente. Stessa procedura, appena terminerà l’iter burocratico necessario per la modifica dei regolamenti comunali, sarà attivata anche nei confronti di coloro che non hanno ancora regolarizzato i pagamenti della Tarsu, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

LE MISURE ADOTTATE –  «Purtroppo abbiamo ereditato una situazione economica che non è delle più rosee – spiega il sindaco di Bacoli Ermanno Schiano –  Ma stiamo lavorando assiduamente mettendo in campo tutte le procedure per salvare l’Ente e scongiurare il pericolo di dissesto finanziario» Lavoro che sembra stia dando i primi risultati, come annuncia l’assessore alle Finanze Vincenzo Salviati «L’Ente si è attivato per il recupero dei crediti e a seguito della diffida tutti i debitori hanno comunicato l’intenzione di voler regolarizzare i pagamenti. Per molti di loro sono già state attivate le formule di rateizzo che porterà al saldo del debito entro la fine dell’anno – spiega Salviati che  ritorna sui “tagli” al personale – Avevamo prospettato un taglio più alto di quello che è stato applicato. Infatti, in un primo momento, la riduzione era pari a circa 700mila euro poi successivamente dimezzata (350mila euro) a seguito di incontri e  trattative con i sindacati dei lavoratori». Intanto, dopo l’approvazione nell’ultimo consiglio comunale di una modifica statuaria che prevede  l’inserimento del “principio della regolarità contributiva” il Comune, dopo aver integrato i regolamenti comunali che disciplinano il rilascio di licenze, concessioni o servizi,  potrà, in caso di inadempimento, non erogare servizi all’utente debitore.

CS