L'operazione è stata condotta dai carabinieri

BACOLI –  Un autolavaggio costruito abusivamente e senza alcuna autorizzazione è stato scoperto in Via Cerillo a  Bacoli dai Carabinieri della locale stazione con i colleghi del nucleo operativo ecologico di Napoli, del nucleo subacquei di Napoli, dell’aliquota radiomobile di Pozzuoli e della stazione di Monte di Procida. I militari, a seguito di un’ispezione hanno denunciato in stato di libertà per violazioni alle leggi a tutela dell’ambiente e abusivismo edilizio un 61enne, un 27enne ed una 62enne del luogo.

L’OPERAZIONE –  Dai controlli è emerso che  l’autolavaggio di proprietà dei 3, a conduzione familiare, operava senza  autorizzazioni amministrative ed igienico-sanitarie.  Inoltre, dall’attività di controllo da parte dei militari è emerso che  i reflui dei lavaggi industriali venivano scaricati con un allaccio abusivo a perdere, in un confinante terreno agricolo di loro proprietà. Contemporaneamente, veniva riscontrata anche la presenza di una tettoia abusiva in lamiera, a copertura dello stesso autolavaggio. A quel punto, i carabinieri non potevano fare altro che sottoporre, a chiusura provvisoria, l’autolavaggio e sequestrare il manufatto abusivo.

REDAZIONE