BACOLI – Al via la campagna di sensibilizzazione della Municipale in vista della Processione religiosa in onore di Sant’Anna che si snoderà attraverso le principali strade del centro storico. Un video, realizzato grazie al contributo dell’Agente Mario Tomaselli che si propone di offrire prescrizioni e consigli a tutti i fedeli che seguiranno il cammino religioso domenica 6 agosto, a partire dalle ore 18. «Lavoriamo per voi, per la vostra sicurezza». E’ con queste parole che si conclude il filmato. Un sunto, un punto di arrivo. Ma anche di partenza.

IL VIDEO – Mediante simpatiche illustrazioni la Polizia Municipale capitanata dalla Comandante Marialba Leone sollecita i partecipanti a «non ammassarsi per evitare lo schiacciamento di fasce deboli come bambini ed anziani», mentre raccomanda gli automobilisti «di non sostare nel percorso della processione per evitare intralcio ai pedoni in movimento», «di non riprendere la marcia mentre è in corso la processione» e, ancora, di «non creare intralcio ai mezzi di soccorso». Piccoli accorgimenti che, con un po’ di senso civico e buonsenso possono contribuire alla buona riuscita dell’evento. Dalle direttive si passa poi alle soluzioni al fine di garantire il regolare scorrimento del flusso veicolare, mediante la percorrenza di strade alternative indicate dagli Agenti stessi.

I PERCORSI ALTERNATIVI – Questi i percorsi alternativi per automobilisti e centauri: chi proviene da Miseno potrà immettersi in via Lido Miliscola e proseguire verso Cappella-Viale Olimpico. Per quanti invece escono da via Lido Miliscola sarà necessario svoltare esclusivamente a destra e procedere sempre in direzione Cappella. Le strade interessate dalla processione saranno: Via Sant’Anna, via Ercole, via Roma, via Castello, via Risorgimento, via Lungolago, via Miseno, via Gaetano de Rosa, via Ambrogio Greco, Via Poggio ed infine via Pagliaro. Per prendere visione del video è sufficiente cliccare sul seguente link: https://goanimate.com/videos/0klMRYPCMA6o

LA CAMPAGNA – Sempre in questi giorni è stato lanciato sul social network di Facebook un ulteriore lavoro contenente istruzioni per quanto concerne le Zone a Traffico Limitato, dispositivo appena entrato in vigore. L’intento è anche quello di far avvicinare sempre di più i cittadini ai “caschi bianchi”, far comprendere loro l’importanza del ruolo che sono chiamati a svolgere quotidianamente sulle strade. Non soltanto figure professionali atte a gestire la viabilità del traffico, ma veri e propri punti di riferimento per la tutela della sicurezza, “ispettori” che svolgono un’azione di monitoraggio delle zone più critiche.