Il 35enne è stato arrestato dopo un rocambolesco inseguimento

BACOLI – Inseguimento con arresto questa notte sulla Tangenziale di Napoli. Alfredo Palmieri, 35 anni, è stato arrestato dopo un inseguimento ed una colluttazione, dagli agenti della Polizia Stradale di Fuorigrotta. L’uomo era a bordo di una Vespa Piaggio 125, risultata poi rubata poco prima nel Comune di Bacoli. Proprio la cilindrata del motociclo (inferiore al minimo consentito per circolare sula Tangenziale) aveva messo in allarme gli agenti della Polizia Stradale di Napoli – Sotttosezione di Furigrotta – diretta dal I Dirigente Maurizio Casamassima, che in questi giorni sono impegnati nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio lungo l’arteria della Tangenziale di Napoli, specialmente attenzionata nei weekend estivi, al km. 16+200 Est.

L’INSEGUIMENTO – Appena intimato lo stop, vista la cilindrata del motociclo a cui è precluso l’accesso all’autostrada, il motociclista prima accennava a rallentare la sua marcia ma, improvvisamente, accelerava la propria corsa entrando all’interno dell’area di servizio denominata “Scudillo” e si dava alla fuga inseguito dagli agenti. Il motociclista durante la fuga effettuava una brusca frenata, per cui perdeva l’equilibrio e rovinava al suolo ma, nonostante ferito, abbandonava il motociclo e dopo aver scavalcato il guardrail, percorreva la scarpata e si dava a precipitosa fuga attraverso la vegetazione antistante. A quel punto gli operatori continuavano l’inseguimento e, dopo una breve colluttazione con un poliziotto, il 35enne riusciva a divincolarsi e continuava la fuga. Intanto, sopraggiungeva, sul luogo altra unità operativa e dopo una minuziosa perlustrazione nelle vegetazione esistente, Palmieri veniva localizzato all’interno della fitta vegetazione dove si era nascosto.

ARRESTATO – Alfredo Palmieri, classe 1978 veniva dunque tratto in arresto poiché il motociclo risultava rubato poco prima nel Comune di Bacoli. L’uomo, processato con rito direttissimo nella mattinata di sabato, dovrà rispondere dei reati di furto aggravato, violenza e resistenza e lesioni a un Pubblico Ufficiale.