BACOLI – «L’impegno per rendere balneabile l’intera costa campana è forte e sta dando i suoi frutti, ma c’è davvero tanto da fare e, di tanto in tanto, complici le condizioni atmosferiche in alcune zone riaffiorano i rifiuti deturpando specchi d’acqua incantevoli». Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce del Sole che ride di Bacoli, Antonio Ilardo, evidenziando “l’inquinamento creatosi a Bacoli, dove c’è la tomba di Agrippina, sul lato del Molo”.
“Il mare sta restituendo parte dei rifiuti che i soliti incivili gettano in acqua come se fosse un’immensa pattumiera pronta ad accogliere la loro immondizia” hanno aggiunto i Verdi per i quali “lo straordinario piano di depurazione con l’avvio dei lavori per 4 depuratori e per il progetto Bandiera blu sul litorale domitio, così come la conclusione dei lavori per il depuratore di Castellammare di Stabia e tanti altri interventi non bastano se non c’è un cambio di mentalità e se si continua a usare il mare, ma anche laghi e fiumi, come discariche”.