BACOLI – Una campagna elettorale può anche far miracoli. Certo, non accade sempre, ma a quanto pare a Bacoli può accadere. Il miracolo in questione riguarda la “conversione” di un candidato inserito nella lista Dema, quella creata dal sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Nel giro di poco tempo è passato dal condividere su Facebook post di Matteo Salvini allo scendere in campo con chi in tema di immigrazione, e su tanto altro, la pensa in maniera del tutto diversa. Parliamo di Pasquale Della Ragione, che pochi giorni fa ha ufficializzato la sua candidatura, nella coalizione a sostegno di Josi Della Ragione.

GLI INSULTI«Tornatevene a casa vostra pezzi di m…» scriveva il giovane candidato poco più di un mese fa, condividendo un post del leader della Lega riguardante un presunto rifiuto di cibo da parte di alcuni immigrati arrivati in Italia. Sia chiaro, non è vietato pensarla in un certo modo per quanto riguarda lo spinoso tema. Così come è perfettamente lecito condividere contenuti di chi in tema di profughi sposa la linea di Matteo Salvini. Ciò che sa di miracoloso è, appunto, il candidarsi al fianco di chi all’eurodeputato leghista ha riservato un trattamento verbale da nemico pubblico numero uno.

LA SCELTA – La candidatura di Pasquale Della Ragione è arrivata dopo aver condiviso post come quello riguardante Bello Figo, il rapper di colore che sfida i luoghi comuni sugli immigrati. «Se dipendesse da me vi prenderei a calci in bocca e vi rispedirei a casa vostra, pezzi di m… approfittate degli italiani grazie ai nostri politici corrotti» è il quanto meno coriaceo commento al post sul cantante nero. Ce ne sono tanti altri di contenuti non proprio aperti all’accoglienza sulla pagina personale del giovane candidato. Lo stesso che ora è in corsa alle prossime amministrative bacolesi proprio con la lista di De Magistris, il quale meno di un mese fa e in diretta tv, diceva: «Sono contro le politiche razziste, xenofobe e antimeridionali della Lega Nord».

(IN)COERENZA – L’occasione fu la visita di Salvini a Napoli, e tra il sindaco partenopeo ed il leader del Carroccio quella non fu l’unica scintilla. E ora le scintille potrebbero appiccare il fuoco nello splendido Comune flegreo, che si appresta a tornare alle urne con un candidato sindaco sostenuto da un simpatizzante di Salvini e delle sue idee sull’immigrazione.  «Io sto con Josi Gerardo Della Ragione perchè è l’unico al quale si possa dare ancora fiducia, è sempre rimasto un ragazzo coerente al programma di governo» ha sottolineato il giovane candidato. Già, la coerenza prima di tutto. D’altronde, stiamo parlando di un miracolo. E i miracoli non hanno spiegazioni. Al massimo conversioni.