BACOLI – C’è amarezza tra i residenti di Bacoli. La chiusura improvvisa del Parco Vanvitelliano ha scosso la comunità del Fusaro. In prima linea Michele Amirante, ex segretario cittadino del Partito democratico, che lancia un appello ai suoi concittadini affinché non restino in silenzio. L’idea del politico dem è far sentire forte la voce della gente. L’area è stata interdetta al pubblico nella giornata di ieri per motivi di sicurezza. Una relazione tecnica ha confermato criticità relative all’impianto di illuminazione. «Chiuso all’improvviso ed a tempo indeterminato. Almeno fino al termine dei lavori. E quando inizieranno? E quanto dureranno? La vergogna del dissesto e dei dissestatori continua – è la polemica sollevata da Amirante – Se la chiusura è dovuta a lavori di messa in sicurezza, questi devono iniziare subito e finire altrettanto presto. Non mi appello al commissario che incontreremo in settimana. Mi appello direttamente al popolo del Fusaro. Concittadini, staremo in silenzio?». Oggi il Pd si troverà faccia a faccia con il commissario prefettizio di Bacoli per chiedere garanzie sulla sicurezza dei luoghi e sulla celerità dei lavori. Nella giornata di lunedì a far sentire la sua voce è stato pure l’ex sindaco di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione.