Il sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano

BACOLI  primo tra i comuni d’Italia nella graduatoria stilata dal Ministero dell’Ambiente che ha reso noto l’elenco dei progetti che hanno ottenuto il nulla osta al finanziamento “per l’impiego delle tecnologie per l’efficienza energetica e delle fonti rinnovabili nelle strutture edilizie di proprietà pubblica”. A classificarsi primo, il progetto “Eco Generation: la sostenibilità energetica nelle scuole di Bacoli” da realizzare negli istituti comprensivi “Plinio il Vecchio” e “Antonio Gramsci”.  Il finanziamento, seppur limato dallo stesso Ministero, ha un importo di 1 milione di euro di cui 900mila euro sono a carico del Ministero dell’Ambiente e la restante quota (100mila euro) a carico del Comune di Bacoli.

IL PROGETTO –  «Questo progetto presentato nel 2011 e solo oggi messo a finanziamento testimonia la volontà ed il lavoro svolto da questa amministrazione per migliorare la qualità e le condizioni in cui versano le nostre strutture scolastiche» spiega il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano.  Il progetto “Eco Generation” riguarda il retrofit energetico degli edifici, cioè gli interventi ordinari e straordinari da realizzare negli involucri degli edifici utilizzando materiali e tecnologie ad elevate prestazioni energetiche ed ambientali in luogo di materiali e tecnologie standard, integrato con la sostituzione degli impianti termini tradizionali a generatori di calore a metano con innovativi sistemi a pompa di calore geotermica che permettono un notevole incremento del rendimento di produzione medio stagionale, grazie anche all’utilizzo dell’energia rinnovabile geotermica.

INTERCETTARE I FINANZIAMENTI –  Soddisfatto per il risultato ottenuto dal Comune di Bacoli anche l’Assessore Giuseppe Scotto di Vetta (che ha tra le sue deleghe quella alle Attività produttive), esperto in materia di finanziamenti, che propose il bando nel 2011 coordinando direttamente le fasi per la redazione e la presentazione del progetto «Nel nostro programma avevamo l’obiettivo di accrescere la capacità di intercettare finanziamenti esterni all’ente comunale vista la scarsità delle nostre casse. E nonostante i bandi regionali e nazionali siano diminuiti rispetto al passato, Bacoli oggi è il comune che meglio ha saputo intercettare fondi regionali, nazionali ed europei – spiega Scotto di Vetta – Dal fotovoltaico alla videosorveglianza ai progetti sul turismo quelli che oggi hanno ottenuto finanziamenti sono solo la minima parte rispetto a quelli presentati – prosegue l’assessore – Infatti, ora siamo anche in attesa di conoscere l’esito dei progetti presentati a favore della pesca e per il completamento delle opere rimaste incompiute. Ringrazio pertanto gli uffici comunali per il lavoro svolto finora anche se quello vero inizia oggi, per garantire l’effettiva realizzazione degli interventi secondo il cronoprogramma presentato».