Un momento della conferenza stampa di presentazione

BACOLI – Tutto pronto per la I edizione del Mirabilis Festival, assolo del racconto d’autore”, che si svolgerà dal 24 al 30 aprile nel complesso archeologico delle Terme Romane di Baia.  La kermesse è organizzata da Marina Commedia sotto la direzione artistica di Mimmo Borrelli, artista locale,  con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Bacoli. L’impegno dell’istituzione locale è stato fondamentale nella realizzazione del festival, come lo stesso Mimmo Borrelli ha tenuto a precisare durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi stamattina alla Casina Vanvitelliana. «Uno degli obiettivi che mi sono prefisso – ha detto il primo cittadino Ermanno Schiano–  è quello di creare un percorso tra le realtà associative locali  e il comune per far rinascere questi luoghi. Questo è un esempio che punta alla valorizzazione del territorio. Ringrazio Marina Commedia, gli assessori e i consiglieri per l’opportunità che state dando alla città per condividere tutti insieme questo percorso di rinascita»

PASSATO E PRESENTE –I Campi Flegrei sono un luogo in cui la polifonia di voci del passato risuona forte nell’aria.  Alcuni, nonostante le tante difficoltà, riescono a interpretare questo codice e a trasformarlo in arte con un impatto che lascia spiazzati, increduli. Uno di questi è Mimmo Borrelli. Originario di Torregaveta, attore e autore teatrale è riuscito a convogliare il presente ed il passato della sua terra in un’unica lingua e su questo ha costruito una brillante carriera artistica, culminata con l’assegnazione del premio Riccione, l’equivalente teatrale del premio Strega, il massimo riconoscimento per l’arte scenica in Italia. «Il mio sogno – afferma Mimmo Borrelli –  è sempre stato di creare qualcosa che unisse il passato e il presente della mia terra. Ho cercato di portare la cultura, le tradizioni della nostra terra in giro per l’Italia. Il festival sarà uno spettacolo esperenziale per tutti quanti, anche per gli artisti che verranno ad esibirsi».

La locandina dell'evento

GLI OSPITI – Il Festival comprenderà, oltre a spettacoli serali di alto livello con ospiti d’eccezione quali Toni Servillo con il suo assolo su Napoli e Anna Mazzamauro che citerà Anna Magnani, “le Fatiche di Ercole” di Virginio Gazzolo, “Malacrescita” di Mimmo Borrelli, Enzo Moscato e La Ruina. Ci saranno anche visite guidate presso i siti archeologici della zona e percorsi enogastronomici con degustazioni di prodotti locali.

ATTIVITA’ “COLLATERALI” – Parallelamente all’organizzazione della rassegna è partito un Laboratorio Teatrale, rivolto ai giovani e meno giovani dell’area, con l’obiettivo di formare le guide che accompagneranno gli ospiti durante le visite guidate. I giovani attori avranno il compito non solo di illustrare la storia dei singoli siti, ma daranno vita ad un vero e proprio racconto che ha lo scopo di far calare il pubblico nella realtà storica attraverso la finzione, dando vita ai miti che da sempre accompagnano questi luoghi straordinari. Il laboratorio è gestito in collaborazione con la compagnia teatrale Marina Commediadi cui Borrelli è fondatore e direttore artistico. La compagnia è attiva sul territorio dal 2006 e in questi anni si è dedicata a un’accurata ricerca antropologica e linguistica col fine di trasformarla in oralità, racconto. Inoltre la compagnia si è concentrata sul ruolo pedagogico del teatro, formando giovani attori all’ars drammatica. Il progetto culminerà con la messa in scena dello spettacolo “Memorie e versi dei Campi Flegrei” che si terrà il 26 aprile presso le terme di Baia.

ENZO LUCCI