Una Motovedetta CP573 utilizzata durante le operazioni di salvataggio

BACOLI –  L’avvio della stagione balneare è stata l’occasione, per gli uomini delle Guardia Costiera di Pozzuoli, per svolgere un’attività importante e particolarmente piacevole: incontrare gli “utenti” più giovani del mare. All’incontro hanno preso parte gli alunni delle scuole elementari e medie per quella che è diventata ormai una consueta attività di sensibilizzazione e di educazione civica del mare promossa dal comando generale del corpo delle capitanerie di porto e fortemente voluta dall’ammiraglio Domenico Picone, direttore marittimo della Campania. “Il diffondere la conoscenza delle regole basilari di comportamento in mare e sulle spiagge tra i cittadini più giovani rappresenta un passo fondamentale per una sempre maggiore attenzione al tema del rispetto dell’ambiente marino e per la speranza di generazioni future di fruitori del mare più responsabili e civili”.

INCONTRO CON LE SCUOLE  –  In tale ottica gli uomini della Guardia Costiera di Baia hanno incontrato gli alunni del Settimo circolo didattico “Salvatore Di Giacomo” di Giugliano in Campania per simpatiche lezioni sui nodi marinari e risposte a tante grandi e piccole curiosità degli alunni. Una lezione multimediale ed interattiva sul tema del giusto atteggiamento da tenere nei confronti del mare, diretta dal Comandante del Porto di Pozzuoli Caterina Piccirilli anche nell’ambito del progetto “andar per mare” promosso dall’ufficio scolastico regionale per la Campania che ha suscitato molto interesse nei giovani, grazie anche alla visione di filmati su spettacolari salvataggi in extremis da parte dei mezzi aerei e navali del corpo, di forte impatto emotivo e ad un piccolo test interattivo con riconoscimento ufficiale agli alunni più bravi.

VISITA A BORDO –  Inoltre, 26 giovani studenti del IV circolo didattico di Pozzuoli hanno poi avuto l’occasione di visitare la sede dell’ufficio circondariale marittimo di Pozzuoli, con la sala operativa per la gestione delle emergenze in mare, e salire a bordo della motovedetta veloce cp573: una visita breve ma sufficiente per conoscere i compiti e le attività della Guardia Costiera per la sicurezza in mare e la tutela dell’ambiente marino.

CS