Il Sindaco di Bacoli, Ermanno Schiano

BACOLI – In arrivo benefici economici per le donne flegree: approvato il Piano Sociale Regionale Ambito 12 – Ex Ambito N4, per l’assegnazione di “Voucher Sociali a finalità multipla”. Si tratta di aiuti economici per donne finalizzati a “favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”. Possono inoltrare istanza di assegnazione di voucher le donne, mamme di minori 0-12 anni per l’accesso a servizi per la prima infanzia, educativi, di cura e tempo libero.

IL VOUCHER – verrà corrisposto mediante buono prepagato a titolo di compartecipazione alla spesa sostenuta, documentata presso uno o più soggetti pubblici e/o privati inseriti nel “Catalogo dell’offerta dei servizi  per l’infanzia” predisposto dall’Ufficio di Piano. Il voucher, il cui importo mensile è pari a 150 euro per un solo figlio e a 100 euro per ogni altro figlio aggiuntivo, fino ad un importo massimo di 350 euro per 12 mesi, è spendibile per i minori da 0 a 3 anni per asili nido, micro nidi, nidi di famiglia ed altri servizi sperimentali per la prima infanzia; e per i minori da 0 a 12 anni per centri diurni aggregativi ed educativi, scuole private e paritarie, ludoteche, palestre, centri e società sportive, centri di assistenza psicomotoria, servizi proposti nell’ambito di attività estive, servizio di trasporto scolastico e servizio mensa.

SOSTEGNI ECONOMICI – «In un contesto economico attuale di grande difficoltà per le famiglie ancora una volta questa Amministrazione, insieme agli altri comuni dell’Ambito, rafforza la sua vicinanza ai cittadini attraverso l’erogazione di sostegni economici per le donne» spiega il Sindaco di Bacoli Ermanno Schiano.

REQUISITI RICHIESTI – Per ottenere il beneficio economico le richiedenti devono essere residenti in uno dei Comuni dell’Ambito con a carico figli minori 0/12 anni, anche adottati o affidati, purché conviventi; essere lavoratrici dipendenti o autonome con contratti di lavoro, ovvero inoccupate/disoccupate frequentanti un’attività di formazione o titolari di una Borsa lavoro/Tirocinio formativi. Infine, devono avere una situazione reddituale calcolata in base all’ ISEE non superiore a 13mila euro se occupate e non superiore a 11mila euro se disoccupate/inoccupate. Sarà data priorità alle donne occupate e/o in reinserimento lavorativo.

PER ALLEVIARE LE DIFFICOLTA’ – «Si tratta di un progetto che punta ad alleviare le difficoltà che quotidianamente accompagnano le mamme-lavoratrici e che rappresenta uno dei punti cardine della politica di assistenzialismo che questa amministrazione ha messo in atto nei confronti dei cittadini», ha concluso l’assessore alle Politiche Sociali Giuseppe Carannante, che ha lavorato al progetto insieme all’assessore alle Pari Opportunità Flavia Guardascione. Le domande, corredate da fotocopia del documento di identità e da attestazione ISEE anno 2012, devono essere presentate all’Ufficio protocollo del Comune di Bacoli, entro e non oltre il 18 dicembre 2013 utilizzando la modulistica appositamente predisposta dall’Ufficio di Piano disponibile presso le sedi dei Servizi Sociali di ciascun Comune dell’Ambito e scaricabile dal sito internet www.comune.bacoli.na.it e dai siti istituzionali di ciascun Comune dell’Ambito.