Gli 8 ragazzi sono stati salvati dagli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli

BACOLI –  Dispersi in mezzo al mare nel cuore della notte. E un giro in barca che si è trasformato in un’odissea per 8 ragazzi salvati grazie all’intervento degli uomini della Guardia Costiera di Pozzuoli. I giovani, che nella tarda serata di sabato erano salpati a bordo di un’imbarcazione da diporto, alle 3 del mattino di domenica finivano alla deriva al largo delle coste di Capo Miseno, ritrovandosi sulla rotta di navigazione dei traghetti di linea per le isole del golfo con i motori in avaria. Erano momenti di panico con l’imbarcazione in panne e fuori controllo. Lanciato l’SOS alla sala operativa della Guardia Costiera di Pozzuoli, i militari attivavano le procedure di individuazione, recupero e salvataggio. Gli 8 giovani, tutti visibilmente scossi, venivano così raggiunti e tratti in salvo da una motovedetta CP 807 proveniente dall’isola di Ischia.

SALVATAGGI IN MARE – Ma le disavventure in mare non si concludevano all’alba di domenica. Infatti, nella giornata di ieri la Capitaneria di Porto di Pozzuoli rendeva noto di aver salvato altre 6 persone in mare. Stesse scene, fortunatamente ancora una volta  senza gravi conseguenze, che si verificarono nel settembre scorso quando a causa di un guasto al motore di un gommone  7 persone si ritrovano alla deriva nelle acque del golfo di Pozzuoli. In quell’occasione a bordo del natante c’erano 4 adulti e 3 bambini, tratti in salvo grazie all’intervento di una motovedetta della stazione navale della Guardia di Finanza di Napoli. I militari, individuata l’imbarcazione in evidenti condizioni di difficoltà, intervennero evitando il rischio di collisioni dell’imbarcazione in avaria che dopo il guasto a un motore, era finita sulle rotte dei traghetti verso le isole da Pozzuoli e Napoli, in un tratto di mare intensamente battuto anche da diportisti.

GDG